,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA della DIOCESI della GALLURA di giovedì 15 ottobre, notizie religiose

La Chiesa Sarda ha iniziato l’Anno Pastorale 2020-2021. Le dieci Diocesi della Sardegna, alcune accorpate sotto un unico vescovo, hanno avviato il nuovo anno pastorale nella raccomandazione e nel rispetto delle norme sanitarie di sicurezza anti Coronavirus. La Conferenza Episcopale Sarda, si è riunita a Cagliari dal 5 al 6 ottobre, sotto la presidenza di mons. Antonello Mura, vescovo di Nuoro, e ha avviato ufficialmente l’attività di due realtà regionali: la Facoltà Teologica e il Seminario Regionale Sardo.  I Vescovi hanno dato un primo sguardo d’insieme alla bozza della Nota regionale sull’Esortazione di Papa Francesco Amoris laetitia, che la CES intende promulgare nei primi mesi del 2021, a 5 anni dalla sua pubblicazione. L’assemblea dei Vescovi ha provveduto inoltre ad alcune nomine. Don Mario Pili, della diocesi di Cagliari, è stato chiamato a guidare come Assistente spirituale l’UNITALSI, sezione Sud. Mentre si è deciso che il Segretario pro-tempore della Consulta Regionale per Beni Culturali Ecclesiastici, attualmente don Francesco Tamponi, sarà il rappresentante della CES nel Comitato Tecnico Scientifico del Programma Parco Monumentale del Romanico in Sardegna. Il prossimo incontro ordinario della Conferenza si svolgerà dal 2 al 3 dicembre prossimi.

Oggi a Santa Teresa Gallura il vescovo per la festa patronale.  Anche queste feste patronali, come il periodo pasquale ed estivo, sono fortemente contrassegnate dalla pandemia, nel senso che la necessità di precauzioni non ha consentito e non consente di organizzare quegli eventi che ormai da anni caratterizzano la cittadina. E dunque solo strettamente religioso il programma stilato in onore dei Santi Vittorio, Teresa d’Ávila e Isidoro con il vescovo, Sebastiano Sanguinetti che presiede la Messa solenne, oggi. S’ è iniziato martedì 13 ottobre, alle 18:00, quando il parroco don Peppino Masala, dopo i vespri ha celebrato Messa. Mercoledì 14 ottobre, festa di San Vittorio martire, la Messa è stata alle 17:00. Giovedì, 15 ottobre, oggi, festa in onore di Santa Teresa d’Ávila, alle 10:30 c’è la processione, non a piedi ma in macchina, alla presenza del sindaco e delle altre autorità civili militari. La Messa solenne sarà celebrata alle 11:00 in parrocchia, presieduta come detto dal vescovo. Nel pomeriggio, alle 18:00, Rosario e vespri in onore di Sant’Isidoro, patrono degli agricoltori. I giorni di festa si concluderanno domani, venerdì 16 ottobre, con la processione col trattore, i cavalieri e la Messa. I santi Vittorio e Teresa sono patroni della comunità teresina in onore di Re Vittorio Emanuele I che nel 1808 decretò la fondazione del paese disegnandone la pianta e attribuendogli il nome della moglie, la regina Maria Teresa d’Asburgo-Este. Santi di riferimento furono quindi San Vittorio martire e Santa Teresa d’Ávila. Le origini contadine del borgo, che fin allora non era stato altro che qualche stazzo più o meno ontano e alcune abitazioni in campagna furono confermate con l’individuazione di un terzo patrono, Sant’Isidoro. La chiesa di San Vittorio è stata realizzata agli inizi dell’800, con la costituzione del paese. Vi si custodiscono gli argenti sacri donati dalla Regina Maria Teresa d’Austria nel 1811. È parroco del paese dal 1° novembre 1994, don Peppino Masala, di Castelsardo, 77 anni. (La foto di San Vittorio è tratta dalla pagina facebook della parrocchia)

Don Bastianino Pirino è il nuovo cappellano della Base della Marina Militare di La Maddalena. Nei giorni scorsi è giunto nel Presidio MM di La Maddalena il nuovo cappellano militare. È don Bastianino Pirino, sassarese, 45 anni, ordinato sacerdote nel 2013, proveniente dall’Arcidiocesi di Sassari. Ha iniziato le celebrazioni delle Messe nella cappella interna della Scuola Sottufficiali e prossimamente dovrebbe riprendere con quelle festive presso la chiesa di Via Ammiraglio Mirabello, chiusa da qualche anno, da quando cioè l’ultimo cappellano, Joseph Achkarian, venne trasferito per seguire le missioni militari in Medio Oriente.

Messa in cattedrale a Tempio (fino al 19 giugno 2021). Giorni feriali sabato prefestivi ore 8:30-ore 18:00; domenica e giorni festivi o le 11:00-ore 18:00.

Pubblicato da il 15 Ottobre 2020. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.