,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA della DIOCESI della GALLURA di mercoledì 21 ottobre, notizie religiose.

(a cura di Claudio Ronchi)

A La Maddalena Indulgenza Plenaria davanti alla reliquia del Papa-Santo polacco. Mentre prosegue nella chiesa di Santa Maria Maddalena la Mostra sui “Miracoli Eucaristici” ideata dal beato Carlo Acutis, domani, giovedì 22 ottobre, festa di San Giovanni Paolo II, presente il vescovo mons. Sebastiano Sanguinetti, alle ore 17:30, a Moneta, nel giardino dell’Oasi Serena sarà solennemente aperto l’Anno Giubilare nel 100° anniversario della nascita di San Karol Wojtyla. In questa occasione la Penitenzieria Apostolica del Vaticano ha concesso alla parrocchia di Moneta la possibilità di ottenere l’Indulgenza Plenaria per i fedeli che si recheranno davanti alle reliquie del Santo e adempiranno alle condizioni prescritte. La reliquia è una goccia di sangue di San Giovanni Paolo II che ha intriso una minuscola porzione di tessuto, usato al Policlinico Gemelli di Roma per un intervento chirurgico. È l’unica reliquia custodita quantomeno in Gallura del Santo polacco. Papa Francesco, “concede l’Indulgenza plenaria”, da ottenersi attraverso la confessione, la comunione eucaristica e le preghiera secondo le intenzione del Sommo Pontefice, ai fedeli cristiani veramente pentiti e spinti dalla carità, “se avranno visitato in forma di pellegrinaggio la chiesa Parrocchiale dell’Agonia di Signore Nostro Gesù Cristo e avranno lì devotamente preso parte ai riti giubilari, o almeno se si saranno soffermati per un congruo spazio di tempo, davanti alla reliquia di San Giovanni Paolo II esposta alla pubblica venerazione”.

Da giovedì tutti i giovedì Adorazione Eucaristica al monastero di Olbia. Informa padre Massimo Terrazzoni, priore del monastero Mater Dei di Olbia, che a partire da domani, giovedì prossimo, 22 ottobre, memoria di San Giovanni Paolo II, riprenderà l’Adorazione Eucaristica di tutta la giornata del giovedì. Ore 8:15 S. Messa. Esposizione del Santissimo e adorazione silenziosa sino al Vespro alle ore 18:00. “Ogni giovedì un tempo prolungato per sostare in silenzio dinanzi al Maestro, per lodarlo per i suoi doni ed intercedere per il mondo”. Chi volesse assicurare un’ora di adorazione fissa, ogni giovedì, può contattare il Monastero allo 0789.36891. Monastero Benedettino Mater Dei, Via Arcobaleno 40, Porto Istana – Olbia.

Arzachena, 4 sacerdoti in attività e 2 emeriti. Arzachena, con i suoi 13.815 abitanti, è il comune più popolato della Gallura, dopo la città di Olbia. Nel territorio comunale insistono tre parrocchie: quella storica di Santa Maria della Neve, la Parrocchia di San Giovanni Battista a Cannigione e la Parrocchia Stella Maris di Porto Cervo. Vi operano in tutto sei sacerdoti di cui quattro in piena attività e due in pensione. Sono don Mauro Moretti, parroco della Parrocchia di Santa Maria della Neve; membro del Consiglio Presbiterale Diocesano 2018-2023; Assessore nei processi matrimoniali brevi. Don Romolo Fenu, parroco di San Giovanni Battista in Cannigione; Assistente Unitario dell’Azione Cattolica Diocesana. Don Raimondo Satta, parroco di Stella Maris in Porto Cervo; Direttore dell’I. S. S. R. di Sassari/Tempio-Ampurias Euromediterraneo; Direttore dell’Ufficio Diocesano per l’Edilizia di Culto; Vicario della Forania Arzachena-La Maddalena; membro del Consiglio Presbiterale Diocesano 2018-2023; membro del Collegio dei Consultori e della Commissione per gli Ordini Sacri 2018-2023. Padre Giacomino Canu, rettore della Chiesa Sant’Antonio in Baja Sardinia. Ci sono poi, don Francesco Cossu, parroco emerito di Santa Maria della Neve e don Gavino Ganau, parroco emerito di Cannigione.

Pubblicato da il 20 Ottobre 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.