,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA della GALLURA, di sabato 7 novembre, notizie galluresi

(a cura di Claudio Ronchi)

Ora, per la Gallura costiera c’è a Olbia, l’Ufficio Demanio. È stato recentemente aperto a Olbia L’Ufficio Territoriale del Servizio Demanio e Patrimonio e Autonomie Locali. Un servizio molto importante soprattutto per quei comuni che nel proprio territorio hanno percentuali considerevoli di demanio, servizio del quale usufruiscono gli enti stessi ma anche tanti cittadini nell’ambito delle loro diverse attività. Lo sportello serve l’utenza dei litorali che vanno da Santa Teresa Gallura a Budoni e vi lavorano 7 impiegati. Un primo passo importante questo, verso la ricostituzione della provincia gallurese. In Gallura c’è anche lo sportello di Tempio, al quale ci si doveva rivolgere fino qualche giorno fa, che ora sbrigherà le pratiche per Aglientu, Badesi e Trinità.

Bel riconoscimento per Vigne Surrau. Vigne Surrau, l’azienda di Arzachena, fa parte delle 144 aziende italiane di pregio, ovverosia delle “Imprese Vincenti”, iniziativa di Intesa San Paolo volto alla valorizzazione di piccole e medie imprese italiane.

Intensificazione servizi di controllo del territorio della Questura di Sassari. In considerazione del delicato momento storico e dell’evolversi della diffusione dell’epidemia e dell’incremento dei casi, il Questore della provincia di Sassari ha disposto una sostanziale intensificazione dei servizi di controllo del territorio sull’intera provincia. Con l’impiego degli uomini del Reparto Prevenzione Anticrimine di Abbasanta, sono stati predisposti ed intensificati i controlli anche nell’ambito del territorio provinciale, ed in particolare nelle città di Olbia, Alghero, Porto Torres, Tempio Pausania ed Ozieri. Sono state controllate 3577 persone controllate, 4339 autoveicoli di cui 3145 con sistema Mercurio (piattaforma tecnologica che, attraverso una telecamera in dotazione su alcune autovetture di servizio, consente di compiere accertamenti sulle persone fermate e le auto, verificando automaticamente le targhe comparandone i dati acquisiti con quelli presenti nella banca dati), sono stati effettuati 61 posti di controllo e sono state elevate 35 sanzioni amministrative, la gran parte relative al mancato rispetto delle disposizioni normative poste in campo dal Governo e dagli Enti Territoriali per il contenimento della diffusione del contagio da Sars-coV-2.

Pubblicato da il 6 Novembre 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.