,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA della GALLURA. Venerdì 5 giugno, 3 notizie galluresi

Denunce e sequestri della Polizia di Stato di Olbia per droga. La Squadra Volante della Polizia di Stato ha denunciato alla Procura della Repubblica di Tempio un cittadino romeno per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Nell’auto, affermano i poliziotti di aver rinvenuto 4 dosi di cocaina ben occultate. Altra denuncia, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Tempio, per due fratelli olbiesi trovati in possesso – secondo la denuncia – di 100 gr. di hashish e un bilancino di precisione. Una donna invece è stata segnalata alla Prefettura di Sassari per uso di sostanza stupefacente (pochi grammi di marijuana). Il consumo di droghe, anche leggere, comporta la convocazione davanti al Prefetto, la sospensione della patente di guida fino a tre anni, del porto d’armi (o il divieto ad ottenerlo) e la sospensione del passaporto. In un appartamento in zona Est di Olbia – riferisce sempre la Polizia di Stato – sono state trovate (e sequestrate) a un olbiese alcune piante di cannabis ed un involucro con circa 50 grammi di efflorescenza arborea, che dalle analisi della Polizia Scientifica è risultata essere marijuana. È scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Tempio. (Red)

Operazione Cerbero della Guardia di Finanza. Questa mattina, le Fiamme Gialle del Gruppo di Olbia hanno notificato delle misure cautelari interdittive ed operato sequestri di beni nell’ambito dell’operazione denominata “Cerbero”. Le indagini, dirette personalmente dal Procuratore Capo Gregorio Capasso assieme al Sostituto Nadia La Femina, sono state condotte dai militari del Gruppo della GdF di Olbia con la partecipazione dell’Ente Nazionale Protezione Animali – Servizio Guardie Zoofile della Provincia di Sassari. I reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica sarebbero quelli di maltrattamenti di animali custoditi presso un canile e di evasione fiscale. Il valore dei beni sequestrati supera 1,2 milioni di euro. (Red)

L’8 giugno Operazione Spazzamare. Lunedì 8 giugno scatta l’Operazione Spazzamare: per la Giornata Mondiale degli Oceani si mobilita la più grande task force subacquea d’Italia.  Centinaia di sommozzatori in azione per liberare i fondali dai rifiuti, una giornata organizzata dal progetto europeo Clean Sea LIFE e dalle Capitaneria di Porto, ivi comprese quelle di Olbia, La Maddalena e Porto Torres e degli altri Uffici Marittimi del Nord Sardegna. Le immagini dei delfini, squali e persino balene nei porticcioli, in questi mesi di immobilità, hanno stupito gli italiani, rivelando una biodiversità spesso inaspettata per il Mediterraneo. L’acqua limpida, però, ha rivelato anche la quantità di bottiglie, sacchetti di plastica e copertoni che giacciono sui fondali, oltre a guanti e mascherine, ormai segnalati ovunque in mare.  Partner del progetto sono: il Parco Nazionale dell’Asinara, capofila, con CoNISMa, network di 35 università che studiano il mare; le associazioni Fondazione Cetacea, Legambiente, MedSharks e il CVC-Centro Velico Caprera. (Red)

Pubblicato da il 5 Giugno 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.