,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA della PARROCCHIE della GALLURA di domenica 25 ottobre, notizie religiose

(a cura di Claudio Ronchi)

La pandemia condiziona, nelle parrocchie, la ripresa e la prosecuzione del catechismo. La ripresa della pandemia da coronavirus sta fortemente condizionando, e di nuovo, le attività parrocchiali, particolarmente quelle educative e formative. Non è facile, nelle diverse parrocchie tenere aperti gli oratori senza rischiare di trasformarli in focolai di infezione e per gli stessi motivi ci sono difficoltà per il catechismo. Saltate le date primaverili e autunnali di prime comunioni e cresime, a metà ottobre, in diverse parrocchie, i parroci, pur con tutte le precauzioni del caso, hanno provato a iniziare le lezioni di catechismo. A Luogosanto, don Efisio Coni, ha dato appuntamento ai genitori dei ragazzi per martedì 13 ottobre mentre il parroco di Cannigione, don Romolo Fenu, ha pubblicato che lì il catechismo è iniziato e che sta proseguendo, grazie ai buoni comportamenti di bambini e ragazzi. Ripreso il catechismo anche a Palau dove le cresime saranno amministrate sabato 31 ottobre. A La Maddalena invece il catechismo, ripreso per una settimana, il parroco don Andrea Domanski ha deciso di sospenderlo nuovamente. Oltre alla preoccupazione da parte dei parroci c’è anche il fatto che molti genitori, per paura di contagi non mandino i loro figli. Si saprà nei prossimi giorni, con i nuovi decreti governativi e con le ordinanze della Regione Sardegna, quale sarà il da farsi.

A La Maddalena Anno Giubilare con Indulgenza Plenaria. “Grazie, Eccellenza, per aver chiesto e ottenuto quest’Anno Giubilare; per un’isola, per una comunità pastorale, non capita spesso!”. Il ringraziamento, sentito, del vicario urbano, don Andrea Domanski, è stato rivolto al vescovo mons. Sebastiano Sanguinetti al termine della Messa solenne, celebrata nel giardino dell’Oasi Serena, a Moneta, nel 100º anniversario della nascita di San Carlo Wojtyla. “Sei anni fa, il 22 ottobre, sono arrivate le reliquie di San Giovanni Paolo, e da quel momento accompagnano la vita della nostra Isola. Questo sarà un anno speciale perché è Anno Giubilare con Indulgenza Plenaria!”. Il vescovo, dopo aver ricordato le famose frasi di San Giovanni Paolo II: Spalancate le porte a Cristo! Non abbiate paura! che hanno caratterizzato l’intero suo pontificato, si è particolarmente soffermato, nell’omelia, sulla sua spiritualità. “È stato un grande mistico”, ha affermato mons. Sanguinetti. “Nei viaggi apostolici lo vedevamo sempre, a lungo, a pregare. Ho avuto la grazia di concelebrare con lui diverse volte, nella sua cappella privata: lo si trovava, mentre entravamo, già in ginocchio da qualche ora, a pregare: si sentivano questi gemiti, questi rumori che gli venivano da dentro: l’intensità della sua comunione con il Signore. Un autentico mistico, uno che viveva continuamente in comunione con il Signore: il Signore era la sua forza”. La Messa, presieduta dal vescovo, è stata concelebrata dal parroco don Andrea, dal vice parroco don Davide Mela, dal parroco emerito don Domenico Degortes, dal cappellano militare don Bastianino Pirino. Durante tutta la Funzione ha confessato i fedeli il parroco emerito di Santa Maria della Neve in Arzachena, don Francesco Cossu. Erano presenti rappresentanti dell’amministrazione comunale uscente e delle forze armate presenti sul territorio. La reliquia che viene esposta nella chiesa di Moneta è custodita in una teca che contiene una goccia di sangue di San Giovanni Paolo II che ha intriso una minuscola porzione di tessuto, usato al Policlinico Gemelli di Roma per un intervento chirurgico. È l’unica reliquia presente in Sardegna del Santo polacco. La Penitenzieria Apostolica del Vaticano ha concesso di ottenere l’Indulgenza Plenaria per i fedeli che si recheranno davanti alle reliquie del Santo e adempiranno a determinate prescrizioni. E questo per un anno, fino al 22 ottobre 2021.

A Santa Teresa Gallura conclusi i festeggiamenti patronali. A Santa Teresa Gallura, lo scorso sabato 17 ottobre, si sono concluse le feste patronali dei santi Vittorio, al quale è intitolata la Parrocchia, Teresa d’Ávila e Isidoro, che hanno visto il clou, il 15 ottobre, con la presenza del vescovo monsignor Sanguinetti. Due sabati fa, in chiesa, c’è stato il dono, a tutti i presenti, del pane di fraternità e solidarietà, distribuzione proseguita anche l’indomani, domenica. Parroco di Santa Teresa è don Peppino Masala, che è anche amministratore parrocchiale di San Francesco d’Assisi in Aglientu.

Tutti i giovedì Adorazione Eucaristica al monastero di Olbia. Informa padre Massimo Terrazzoni, priore del monastero Mater Dei di Olbia, che a partire da giovedì prossimo, 22 ottobre, memoria di San Giovanni Paolo II, riprenderà l’Adorazione Eucaristica di tutta la giornata del giovedì. Ore 8:15 S. Messa. Esposizione del Santissimo e adorazione silenziosa sino al Vespro alle ore 18:00.

Messa in cattedrale a Tempio (fino al 19 giugno 2021). Giorni feriali sabato prefestivi ore 8:30-ore 18:00; domenica e giorni festivi o le 11:00-ore 18:00.

Con Rai Vaticano torna “Viaggio nella Chiesa di Francesco” ogi, domenica 25 ottobre, alle ore 24:25 su Rai 1. Dalle parole chiave dell’Enciclica “Fratelli tutti” all’impegno dei Media Vaticani per diffondere nel mondo, al tempo della pandemia, il Magistero del Papa potenziando strutture e adeguando linguaggi.  Ed ancora, il ruolo e le trasformazioni, in Italia, dei giornali e dell’editoria cattolici alle prese con la sfida digitale e il racconto di una Chiesa, più che mai, impegnata nelle opere di carità e di prossimità. Sono questi i temi al centro della puntata di “Viaggio nella Chiesa di Francesco”, il programma di Massimo Milone e Nicola Vicenti, in onda oggi, domenica 25 ottobre, su Raiuno, alle ore 24:25 (in replica su Rai Storia domenica 1° novembre alle ore 12:25 su e per l’estero sui canali di Rai Italia, visibile su raiplay e www.raivaticano.rai.it).

Pubblicato da il 25 Ottobre 2020. Archiviato in Brevi,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.