,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA delle PARROCCHIE della GALLURA di venerdì 30 ottobre, notizie religiose

(a cura di Claudio Ronchi)

È urgente un ritorno impegnato in politica dei Cattolici. A scriverlo è Miuccio Demontis, diacono, direttore dell’Ufficio Dicesano di Pastorale Sociale e del Lavoro: “È urgente un ritorno impegnato in politica dei Cattolici, se poi giovani, meglio!”. Detta così niente di nuovo rispetto alle affermazioni da parte di tanti uomini di Chiesa, negli ultimi venticinque anni, che dopo la fine della Democrazia Cristiana hanno accettato spesso, volentieri, la “diaspora” dei cristiani nelle diverse formazioni politiche. Il comunicato stampa della Diocesi di Tempio però cambia rotta, affermando che “non esiste un ‘dogma della divisione’ che impedisca il nascere di una formazione di ispirazione cristiana”. Ogni cristiano è “chiamato” ad occuparsi della città dell’uomo nel tempo in cui vive, scrive don Demontis. “Nella nostra epoca, non bastano più gli aggiustamenti, i credenti hanno la necessità di porsi una domanda di fondo e di rivedere la presenza nel contesto politico”. Sono convinto che nell’epoca attuale, afferma ancora il direttore dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro “il rapporto religione e politica possa assumere una nuova centralità, perché la religione, e nel caso concreto in Sardegna il cattolicesimo, rappresenta ancora una identità consistente rispetto a una società che si liquefa in mille rivoli”.

Un camion di viveri per la Cittadella della Carità di Olbia. La carità, quella materiale, è fatta di piccole e di grandi donazioni. Una bella donazione è avvenuta qualche giorno fa ad Olbia, come ha informato don Antonio Tamponi, parroco di San Simplicio che ha scritto: “Ci sono poi industriali donna, che semplicemente hanno la casa estiva in Sardegna, che ti chiamano, bontà loro, la notte, semplicemente perché vogliono donare un camion di cibo alla Cittadella. Semplicemente così, senza che nessuno lo sappia, perché la gente viva”.  Ritengo che l’Italia non sia il posto peggiore del mondo, è stata la considerazione di don Antonio, “è gestito male e presentato peggio. L’italiano è abituato a fare il bene e supplisce sempre a tante carenze, con carità, volontariato e persino molta pazienza. Credente o no che sia, ha questa cultura!”.

A Palau le Cresime questo sabato. Appuntamenti importanti per la parrocchia N.S. delle Grazie in questo periodo autunnale. Il 31 ottobre, una ventina di ragazzi, riceveranno il sacramento della Cresima. I cresimandi saranno distribuiti in due turni: il primo alle ore 11,00 e il secondo alle ore 18,00. Una scelta obbligata per uniformarsi alle nuove disposizioni del DPCM ed evitare il rischio di assembramento. A celebrare le Sante Messe e amministrare le cresime sarà il vescovo Mons Sebastiano Sanguinetti. Don Paolo Pala invita tutti alla sobrietà, dovuta alla situazione, cercando di vivere questo importante appuntamento sacramentale con serietà. Marilena Bruschi

Gli 87 anni di don Salvatore Matta. Due anni fa ha lasciato nelle mani del canonico Paolo Pala la parrocchia che per oltre cinquant’anni ha plasmato e si è ritirato a vita privata presso familiari a Sassari, dove collabora con la parrocchia di Mater Ecclesiae. Il 26 ottobre scorso ha compiuto 87 anni. Parliamo di don Salvatore Matta, parroco di Palau dal 1967 al 2018. Di Sedilo, entrò in Seminario giovanissimo, a 11 anni. Dopo Tempio andò a Cuglieri, Seminario Maggiore e si laureò a Sassari, in Lettere (per molti anni è stato insegnante di scuola media, di Liceo Classico e di Istituto Magistrale). Fu ordinato prete, nel 1957, da mons. Carlo Re. Don Salvatore Matta è stato viceparroco a Calangianus (1957-1959), ad Arzachena (1959-1963), parroco di San Pasquale (1963-1967), e infine, fino al pensionamento, parroco di Palau, dove è molto vivo e apprezzato il ricordo lasciato.

Pubblicato da il 29 Ottobre 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.