,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA di ARZACHENA, di giovedì 1°ottobre, notizie alzachinesi

L’ultimo aggiornamento Covid-19. Il sindaco Roberto Ragnedda ha informato, lo scorso 28 settembre, di aver ricevuto dall’ATS Sardegna la notizia che i casi di positività al Covid-19 sono scesi a 105, di cui 50 residenti. Per tutti i positivi è stata disposta la misura della quarantena con sorveglianza attiva insieme ai soggetti con cui hanno avuto stretti rapporti. Il sindaco raccomanda il rispetto delle misure di prevenzione del contagio.

Oggi ultimo giorno di G20 delle spiagge italiane. Si conclude oggi a Vieste (Foggia), in Puglia, la tre giorni del G20 delle spiagge italiane, terza edizione del summit delle località balneari più visitate della Penisola. La delegazione arzachenese è guidata dal sindaco, Roberto Ragnedda accompagnato dalle assessore, Valentina Geromino e Cristina Usai.

Lunedì c’è consiglio comunale. Il consiglio comunale è stato convocato dal presidente Rino Cudoni per lunedì 5 ottobre alle ore le 11:30, dopo la conferenza stampa di presentazione della “Triathlon World Cup”. Sono tre i punti all’ordine del giorno: una mozione sul riconoscimento da parte dell’Unesco del paesaggio culturale della Sardegna e la definizione del suo territorio quale museo aperto; c’è poi una variazione al bilancio mentre terzo. Sarà dedicato alle segnalazioni.

Aspettando la Triathlon World Cup”. In occasione della”Triathlon World Cup” che si svolgerà sabato 10 ottobre a Cannigione-Parco Riva Azzurra, si sta ultimando un tratto di pista ciclopedonale del lungomare. Lunedì 5 ottobre nel salone consiliare si svolgerà una conferenza di presentazione della manifestazione. Saranno presenti, oltre al sindaco, l’assessore regionale al turismo, Giovanni Chessa e presidente della federazione italiana triathlon, Luigi Bianchi.

Sarà distrutta la merce sequestrata nelle spiagge. Nel mese di luglio e nel mese di agosto i vigili urbani hanno sequestrato, a più riprese, della merce consistente in accessori di vario genere a quanto operavano nel commercio abusivo in forma itinerante su area demaniale o comunale. Ora ne è stata disposta la confisca e la distruzione.

Pubblicato da il 1 Ottobre 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.