,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA di MADDALENA del MATTINO. Giovedì 19 marzo, 7 notizie isulane

Il sindaco Montella: Vogliamo salvare la pelle? “Signori non va bene andare avanti così. Volete, vogliamo salvare la pelle? Distanze, igiene, minimi spostamenti!” È stato molto chiaro, realisticamente e opportunamente chiaro il sindaco Montella rivolgendosi questa sera ai propri concittadini, a proposito dell’emergenza – si ripete – emergenza della pandemìa di Coronavirus. Ieri si sono registrati in Italia 475 morti per coronavirus, ha ricordato, 20 morti ogni ora. Fortunatamente a La Maddalena non si è ancora registrato alcun caso “ma non bisogna abbassare la guardia”. Anzi, bisogna intensificare i comportamenti virtuosi l’osservanza delle prescrizioni. “Ci sono troppe persone che non si comportano bene, e guardate – ha affermato Montella – che il picco non è ancora arrivato. Per i prossimi 15/20 giorni dobbiamo ancora intensificare i nostri comportamenti positivi cioè stare a casa! Uscire il minimo indispensabile; rinunciare a tutte le cose inutili!”. Anche ieri, mercoledì 18 marzo, ha detto il sindaco, sono state fatte nuove multe e nuove denunce a cittadini trovati in giro senza un valido motivo. “I controlli delle forze dell’ordine aumenteranno!”. (CR)

Oggi disinfezione di strade e piazze: state attenti, non è acqua minerale! Informa il sindaco Montella che la Multiss Spa effettuerà interventi di disinfezione fra le ore 22:00 di oggi, giovedì 19 marzo e le 6:00 di domani, venerdì 20 marzo. Attenzione: sarà utilizzata una soluzione al 1,2/1,3% di Ipoclorito di Sodio. Durante le operazioni di disinfezione delle strade e degli spazi aperti, vi è inibizione, in prossimità alle zone interessate, del passaggio delle persone non addette e degli animali domestici almeno un’ora prima ed una dopo i trattamenti. Durante le operazioni non esporre cose e/o stendere panni in prossimità alle zone interessate, al fine di non intralciare ed evitare ulteriori danni. Tenere porte e finestre chiuse per lo stesso periodo. (Red)

Le vie e piazze che saranno disinfettate. Fra le ore 22:00 di oggi, giovedì 19 marzo, e le 6:00 di domani, venerdì 20 marzo la disinfezione riguarderà le vie: Amendola, Piazza Umberto I, via e Piazza Garibaldi, via XX Settembre, via Vittorio Emanuele, Largo Matteotti, Piazza Saint Bon, via Giulio Cesare, Via Domenico Millelire, via Padule, via Don Vico, Via Crocetta, Via Maghaghi, via Balbo, via Roma, Via Cairoli, via Ilva, via Principe Amedeo, Lungomare Ammiraglio Mirabello, via Terralugiana, via La Fornace, via Suor Gottelan, via De Amicis, via Chiusedda, via Cala Chiesa, Piazza Bambino Gesù, via Indipendenza, via Turati, via Barrettini, via Primo Longobardo, via Santo Stefano, via Fabio Filzi, via Regina Margherita, via Maggior Leggero, Via Cagliari, Via Vespucci, via Nazario Sauro, Via Giotto, Via Buonarrotti, via Isuledda, Via Cellini. (Red)

Stare a casa. Si può uscire di casa per: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità; motivi di salute; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza per chi abbia fatto ritorno sull’isola. (Red)

Oggi, San Giuseppe, Rosario nazionale contro il Coronavirus. Informa il parroco, don Andrea Domanski, che per oggi, solennità di San Giuseppe, i vescovi italiani invitano tutti cattolici d’Italia a unirsi in preghiera alle ore 21:00 per recitare i misteri della luce del Rosario affinché l’emergenza coronavirus finisca quanto prima. Durante la preghiera, afferma don Andrea, “siete tutti invitati a mettervi davanti al Crocifisso, un’immagine della Madonna o della Sacra Famiglia. Alle finestre delle case si esponga un piccolo drappo bianco o una candela accesa. Affidiamo al Signore, per intercessione di S. Giuseppe Custode della Sacra Famiglia, tutti gli ammalati, i sofferenti, i medici, gli infermieri, il personale sanitario, le forze dell’ordine, i responsabili del bene comune e tutti coloro che lavorano per la soluzione definitiva di questa emergenza”. Ci sarà un collegamento con TV2000. (CR)

Anniversari di morte: Cinquant’ anni fa: Ofelia Luigia Melis vedova Ugo, 19 dicembre 1884-19 marzo 1970. Cinque anni fa. Giovanna Sias, 17 febbraio 1935-19 marzo 2015.

Maddalena nella storia … 180 anni fa: Quanti eravamo? Quanti erano i maddalenini nel 1840? Ce ne dà informazione Vittorio Angius, nel Dizionario Geografico, Storico, Statistico, Commerciale degli Stati di S.M. il Re di Sardegna. “La popolazione della Maddalena componevasi di anime 2115, delle quali 1025 nel sesso maschile, 1090 nel femminile, distribuite in fami­glie 425. La parte maschile appare troppo scarsa, perché non si vedono nel giusto numero che le due età estreme i fan­ciulli e i vecchi, o manca la maggior parte delle persone di miglior età, per i molti che travagliano nella marineria. La foggia del vestire”, proseguiva Angius, “è la stessa che si usa in Italia. Le medie risultate dal decennio diedero nascite 65, morti 20, matri­moni 12. Vivesi da molti oltre i sessant’anni. Le malattie più frequenti sono infiammazioni, febbri gastriche e biliose; e non sono rari i casi di scorbuto. Attendono alla salute pubblica due medici ed alcuni flebotomi con un farmacista”. Da notare il rapporto nati morti: 65 i venuti al mondo, 20 i defunti. Più o meno gli stessi rapporti di oggi: ma all’inverso! (CR)

CORTESEMENTE si invitano le lettrici e i lettori di Gallura Informazione a segnalare eventuali possibili errori o imprecisioni nelle notizie. Mail claudioronchi@tiscali.it   oppure al 3714615814 per chiamate, sms o whats app. GRAZIE!

Pubblicato da il 19 Marzo 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.