,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA di MADDALENA del MATTINO. venerdì 27 marzo, 10 notizie isulane

Montella: “L’autocertificazione non serve se ce ne stiamo a casa!”. Rispondendo alla preoccupazione di molti, e anche a qualche polemica, sul quarto modulo di autocertificazione predisposto dal governo in pochi giorni, il sindaco Montella, rinnovando l’appello ai concittadini ha affermato ieri che “l’autocertificazione non serve se ce ne stiamo a casa!”. Una battuta che sottolinea in maniera chiara e incisiva questa necessità che è l’unica arma preventiva perché non si diffonda a La Maddalena di coronavirus. “Ci arriviamo al punto di capire che questa è l’unico rimedio che ci rimane!”. Ha poi ricordato l’obbligo di “quarantena assoluta” perché arriva in traghetto da fuori isola “e di tutti i familiari”. (CR)

Il sindaco: Portare rispetto a chi sta lavorando. Stigmatizzando il deplorevole comportamento di chi abbandona per strada mascherine e guanti, il sindaco Montella nel comunicato di ieri ha fatto appello al “rispetto per chi sta lavorando per tutti noi”. A fronte infatti di migliaia di maddalenini costretti a rimanere casa, ma pur sempre casa, tra le proprie mura domestiche, per evitare il rischio di farsi contagiare e di contagiare il coronavirus, ce ne sono altri che per lavoro sono invece costretti ad uscire di casa, mettendo a rischio di contagio loro stessi e i loro familiari. Un concetto questo che probabilmente a molti non è chiaro. Dai lavoratori della nettezza urbana alle forze dell’ordine, dai dipendenti della sanità a quelli dei servizi pubblici, da chi lavora in negozi e supermercati ad altri dipendenti pubblici e privati, sono in tanti che si recano quotidianamente nel proprio posto di lavoro. “Dobbiamo portare rispetto a chi sta lavorando per tutti noi” ha ribadito il sindaco Montella, “e che giustamente confida nei nostri comportamenti”.  (CR)

Il medico del fine settimana. I Medici Associati di La Maddalena informano (tenuto conto delle prescrizioni e raccomandazioni anti coronavirus) che è di turno, oggi, venerdì 27 marzo, dalle ore 17:00 alle 19:00, il dr. Paolo Angius, presso il suo ambulatorio di via Montebello n. 7. Lo stesso dr. Angius sarà di turno domani, sabato 28 marzo, dalle ore 8:00 alle 10:00.

Messa del Papa. Su Rai1 tutte le mattine alle ore 7:00 si può seguire la Messa celebrata da Papa Francesco nella Cappella Santa Marta in Roma. Stasera alle 18:00 sempre in tv, Preghiera con Papa Francesco, sul sagrato di San Pietro. (Red)

Preghiere e Messe di oggi nell’Arcipelago. Oggi, venerdì 27 marzo, invita il parroco don Andrea Domanski, ad unirsi “tutti a Papa Francesco in preghiera sul sagrato di San Pietro alle h.18.00”. Per questo motivo la Messa a porte chiuse, celebrata in Santa Maria Maddalena, trasmessa via facebook, è stata celebrata questa mattina alle ore 9:00 (ma la si può riascoltare in qualsiasi momento su facebook). Alle 11:30, diretta facebook con il Rosario e la Benedizione Eucaristica a tutti i maddalenini. Alle ore 15:00, Coroncina alla Divina Misericordia mentre alle 17:00, come tutti i venerdì di Quaresima, sempre in diretta facebook, la Via Crucis. Alle ore 18.00, come detto, Preghiera con Papa Francesco in tv. (CR)

Attività della Caritas. Il parroco don Andrea Domanski informa che in questo periodo di pandemìa mondiale vengono distribuiti dalle Caritas parrocchiali soltanto generi alimentari. È sospesa, per il momento, la raccolta e la distribuzione degli indumenti. Le famiglie e le persone abitualmente assistite vengono contattate telefonicamente affinché si evitino assembramenti. Chi finora non ha usufruito del servizio Caritas può contattare don Davide Mela, al numero 347.6714784. (Red)
Disposizioni sul servizio di ginecologia-ostetricia all’ospedale. Coloro che abbiano necessità del servizio di ginecologia-ostetricia, dell’ospedale Paolo Merlo, prima di accedere in reparto devono preventivamente contattare il servizio ai seguenti numeri: 366 60 32 148 dalle 8:00 alle 20:00 oppure ai numeri 0789.791204 – 791243. Nei casi di urgenza, nelle ore notturne e nei giorni festivi si deve contattare il pronto soccorso al numero 0789.791218 e ricevere le istruzioni successive (Red)

Deve ancora incassare 65 mila euro di multe. Il Comune di La Maddalena deve ancora incassare oltre 65.000 euro di multe stradali comminate dai vigili urbani nell’anno 2019 e non ancora riscosse. In pratica dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno scorso. Lo si rileva dall’atto di accertamento di entrate. In effetti la cifra è maggiore perché a quella prima indicata si devono aggiungere circa 10.000 euro di spese sostenute per le notifiche, per un totale esatto di 75.180,20 euro. (CR)

Anniversari di morte: Dieci anni fa, Antonio Sanna, 6 maggio 1920-27 marzo 2010. Cinque anni fa, Battista Ferrandicco, 2 dicembre 1937-25 marzo 2015.

Maddalena nella storia … L’Italia di Stagnali. Nel marzo del 1910 i bersaglieri del Distaccamento Goito di Stagnali, isola di Caprera, iniziarono a modellare il grande plastico di cemento raffigurante l’Italia. Fu terminato dopo poche settimane. È un’Italia incompleta, quella del plastico, essendo stata disegnata prima della Grande Guerra. Comandava allora il distaccamento il tenente colonnello Giovanni Maggiotto. Diversi bersaglieri di Stagnali parteciparono alla guerra Italo-Turca e molti alla Prima Guerra Mondiale. Non tutti tornarono tra i propri cari. Da 110 anni quel plastico continua a far bella mostra di sé a quanti si recano nell’isola di Garibaldi sebbene le indicazioni turistiche a volte lo trascurino. “Percorrere” la penisola e le sue isole maggiori, con le sue principali città e i porti militari di allora, rappresentati nel plastico, è tuttora piuttosto suggestivo. (CR)

CORTESEMENTE si invitano le lettrici e i lettori di Gallura Informazione
a segnalare eventuali possibili errori o imprecisioni nelle notizie. Mail 
claudioronchi@tiscali.it   oppure al
3714615814 per chiamate, sms o whats app. GRAZIE!

Pubblicato da il 27 Marzo 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.