,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

GAZZETTA di MADDALENA della SERA. Venerdì 20 marzo, 7 notizie isulane

Osservare le prescrizioni anti Coronavirus. Si raccomanda l’osservanza di tutte le prescrizioni governative, regionali e sindacali, in tema di lotta al Coronavirus. (Red)

Poste centrali aperte per 3 volte la settimana; Moneta chiusa. In tempi d’emergenza coronavirus, Poste Italiane ha disposto la chiusura dell’Ufficio Postale di Moneta. L’ufficio centrale di Piazza Comando sarà aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì con turno di mattina. (Red)

Il medico del fine settimana. I Medici Associati di La Maddalena informano (tenuto conto delle prescrizioni e raccomandazioni anti coronavirus) che è di turno, domani, sabato 21 marzo, dalle ore 8:00 alle ore 10:00, il dr. Michele Demontis, che riceve presso il suo ambulatorio di Via Garibaldi. (Red)

Dal Monte Limbara domani benedizione del vescovo alla Diocesi. Dopo la lettera ai fedeli di alcuni fa, in materia di pandemìa da Coronavirus, nuova iniziativa del vescovo di Tempio Ampurias, mons. Sebastiano Sanguinetti. Domani, sabato 21 marzo, salirà con SS. Sacramento sul Monte Limbara, da dove, a mezzogiorno, benedirà la Diocesi e affiderà tutte le sue genti all’intercessione della Madonna. Messa e benedizione si potranno seguire sul profilo facebook “vicariato urbano tempio pausania”. (Red)

Don Gianni Sini: qui c’è lo zampino del diavolo. Don Gianni Sini, conosciuto a La Maddalena per aver curato per tanti anni a Radio Arcipelago, la rubrica settimanale “Gallura e Anglona”, è convinto che dietro la pandemìa di coronavirus ci sia “lo zampino del diavolo”. Lo riferisce l’Unione Sarda di oggi 20 marzo. Don Gianni, oltre a essere il parroco della Saletta in Olbia è l’esorcista della Diocesi. Di sicuro il maligno ora gioisce – ha affermato don Sini – anche perché questo allarme ha portato a chiudere le chiese, non celebrare messe, a non amministrare i sacramenti. Oltretutto gli esorcisti come lui non possono operare su coloro che sono posseduti dal demonio e lui di questi casi in diocesi ne sta seguendo ben cinque. (CR)

Anniversari di morte. Venticinque anni fa, Gonario Ferrando, 28 marzo 1929-20 marzo 1995

Maddalena nella storia … 170 anni fa l’apertura delle Poste. Con la Legge 26 novembre 1850 venne istituito, tra gli altri, nel Regno di Sardegna, il Mandamento Postale di La Maddalena, comprendente oltre a La Maddalena, Olbia (allora piccolo borgo chiamato Terranova) e Santa Teresa. Nel centro abitato dell’Isola fu aperto, non è dato sapere dove, un Ufficio Postale di II Classe. Appena 10 anni prima, nel 1840, Rowland Hill ‘aveva inventato’ in Inghilterra il primo francobollo che mutò il sistema di trasporto delle corrispondenze, sistema che nel 1849 venne adottato anche nel Regno Sardo-Piemontese. Fino a quel momento la corrispondenza viaggiava a carico dei Comuni. Dal 1° gennaio 1851 si adottarono i francobolli con il ritratto del Re. L’appalto del trasporto della posta tra Sardegna e Genova fu affidato alla Compagnia Rubattino, la cui nave faceva scalo anche a La Maddalena, dove aprì l’agenzia nel palazzo (che costruì) dell’attuale via XX Settembre, divenuto poi Palazzo Ajassa e successivamente Palazzo Raffo, sede per molti anni della Banca di Sassari. L’avvocato Andrea Raffo, ora defunto, ristrutturando qualche anno fa il palazzo, fece restaurare l’insegna-affresco che sovrastava il portone d’ingresso dell’agenzia, come si può vedere tuttora. (CR)

Pubblicato da il 20 Marzo 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.