,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gemellate La Maddalena e Carloforte

“Organizzando il pellegrinaggio a Tempio per partecipare ad una Messa di suffragio di monsignor Mario Ghiga, che per 25 anni fu parroco della Madonna dello Schiavo a Carloforte”, ha spiegato il suo successore don Gianni Cannas “ho pensato: nella Diocesi di Tempio esiste un’isola come la nostra, La Maddalena, perché non creare un piccolo gemellaggio con la comunità maddalenina? Prima di telefonare a don Domenico ne ho parlato col vostro vescovo, monsignor Sanguinetti, che era da noi nell’autunno scorso per la festa della Madonna dello Schiavo. E lui è rimasto molto contento di questa iniziativa”.

Proposta poi prontamente e con entusiasmo accolta dai parroci di La Maddalena, don Domenico Degortes e don Andrea Domanski. E così, nel pomeriggio del 30 marzo, è giunta all’isola una delegazione di 52 carlofortini, che hanno pernottato all’hotel Excelsior, e alle ore 18:00 ha partecipato, nella chiesa di Santa Maria Maddalena, alla cerimonia di firma delle pergamene e di scambio dei doni. “Voglio ringraziare Dio che ha ispirato a don Gianni l’idea del gemellaggio” ha detto don Degortes aprendo la cerimonia. “Il gemellaggio è un patto di amicizia tra le due isole, che comincia oggi e che si deve approfondire.

Un’amicizia che riguarda l’aspetto religioso ma che comporterà, spero, nel prosieguo, uno scambio di visite nelle feste più importanti, quella della Madonna dello Schiavo e quella di Santa Maria Maddalena. E questo per rafforzare i legami religiosi ma possibilmente anche quelli umani e sociali”.  Il gemellaggio”, ha ribattuto don Cannas, “deve legare le nostre due comunità per la fede che ci unisce e da oggi anche per un’amicizia che si crea. Arrivando col traghetto a Maddalena, stasera, ho detto a qualcuno della mia gente: guardate come rassomiglia, in certi punti, alla nostra Carloforte. Avete qui dei palazzi, delle strutture, che sembrano proprio quelle nostre del lungomare… Maddalena è bella, è una bella cittadina … Con tanta storia alle spalle sia civile che religiosa”. Successivamente è stata concelebrata Messa animata dal coro della Santissima Trinità diretto da Giorgio Aversano, da tanti anni stabilitosi a La Maddalena ma originario di Calasetta, che è a un tiro di schioppo da Carloforte. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 2 Maggio 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.