,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il bilancio di fine anno del presidente del Parco Bonanno

bonanno-5-w1Il bilancio di fine anno del presidente del Parco Bonanno.

Nel corso della conferenza stampa svoltasi a fine anno Giuseppe Bonanno, presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, ha illustrato i risultati ottenuti nel corso del 2010 prospettando per il 2011 “un definitivo salto di qualità”. Primo dato rilevante è che nell’arco di appena un anno l’Ente è passato da appena 8 dipendenti a tempo indeterminato a 23. Per il 2011 sarà di nuovo assunto personale stagionale fino a 40 unità. Sarà costituita una squadra che si occuperà di garantire il decoro dei principali arenili delle isole minori, oltre al personale che sarà presente sulle spiagge per accogliere e dare informazioni ai turisti. Altra notizia positiva è che il Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci ha convocato una riunione della Comunità del Parco per il 17 gennaio prossimo; all’ordine del giorno sono previste la nomina del Presidente della Comunità del Parco e l’indicazione dei membri del Consiglio direttivo attualmente vacanti. “Assolutamente importante – ha detto Bonanno – è la solidità delle relazioni con le altre istituzioni del territorio, curate e costruite con molta pazienza e dedizione proprio nel corso degli ultimi dodici mesi”. Negli ultimi due anni l’Ente ha partecipato a due progetti di respiro europeo (ReTraParc e PMIBB) che sono stati finanziati nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera “Marittimo” Italia-Francia 2007-2013. Nei prossimi mesi il Parco di La Maddalena darà vita, insieme alla Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio al GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale), nucleo “primordiale” del Parco Marino Internazionale.  Numerosi sono stati i progetti di educazione ambientale buona parte dei quali svoltisi presso il Centro di Educazione Ambientale e CEA di Stagnali. In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia prende poi corpo il progetto “Garibaldi Agricoltore. I fondi sbloccati ammontano complessivamente a € 1.800.000, che saranno destinati prevalentemente alle assunzioni di personale a tempo determinato, ed in particolare alla creazione di una squadra tecnica di progettisti che svilupperà l’asse portante del piano di recupero e riqualificazione dell’isola di Caprera, curandone sia gli aspetti paesaggistici sia quelli relativi ai sentieri, oltre ad un gruppo di lavoro composto da operai che svolgeranno le operazioni di manutenzione del territorio in accordo con l’Ente Foreste regionale. Nel settore dei lavori pubblici l’Ente Parco ha adottato un Piano Triennale che prevede circa 800.000 euro che saranno investiti su Stagnali a Caprera, mentre fondi comunitari per 320.000 euro saranno destinati alla casa del Parco a Spargi, quale sede del PMIBB. Claudio Ronchi

(Martedì 18 gennaio 2011)

 

Pubblicato da il 18 Gennaio 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.