,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il piano dell’ATS non piace al GSPC

Per favore, ha scritto il Gruppo Socio Politico Cristiano al direttore generale dell’ATS  “faccia funzionare questo  “Merlo”, crei l’ottimo Pull ma lo lasci a La Maddalena, solo così può realizzarsi questa sua riqualificazione della sanità”. La delibera n. 343 del 23.05.2017 non piace al GSPC perché pone “diversi paletti nella Sanità di La Maddalena”. Il piano, scrive “promette alcune soluzioni che a prima vista sembrano positive” però non fa rifunzionare il punto nascita né fa riaprire ostetrica e pediatria come lo erano prima. Il GSPC auspicava “un presidio Insulare che potesse assolvere bene quelle patologie medio/basse compatibili con le specializzazioni presenti in loco”. E che “l’hub e spoke e il pool citato significasse avere una equipe che potesse stazionare ed effettuare in loco quelle prestazioni di base”. Insomma, il piano sull’ospedale del dr. Moirano non piace al GSPC che domanda al manager, in materia di “specialità ambulatoriali”,  se “ha provato a prenotare una visita specialistica?”.

Pubblicato da il 29 Maggio 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.