,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Incontro informativo di Parco e Capitaneria con gli operatori marittimi del noleggio e della locazione

“Un confronto positivo e necessario per fare chiarezza prima della stagione estiva ed evitare successivamente incomprensioni e negligenze”. La dichiarazione è di Leonardo Deri nella sua doppia veste di commissario straordinario del Parco Nazionale e di comandante della Capitaneria di Porto di La Maddalena, il quale nel pomeriggio del 17 febbraio ha riunito nel salone del municipio gli operatori del noleggio e della locazione, per cercare di fare il punto della situazione in vista della prossima stagione estiva. Da un lato infatti c’è la necessità di fare chiarezza rispetto alle distinzioni normative che regolano il noleggio e la locazione che troppo spesso generano fraintendimenti risolti fino a questo momento per via giudiziaria. Dall’altro c’è la necessità di normare e inquadrare meglio il settore che regola il noleggio occasionale anche per l’Ente Parco, al momento sprovvisto di regime autorizzativo per questo settore. Verrà introdotto un regime tariffario del Parco anche per i noleggiatori occasionali per equipararli al resto degli operatori. Il noleggio occasionale prevede massimo 42 giornate lavorative all’anno: sulla base del numero di giornate effettivamente lavorate verrà elaborato un tariffario di quanto dovuto all’Ente Parco che provvederà a emettere regolare autorizzazione. L’operatore occasionale sarà chiamato a comunicare anche all’Ente Parco oltre che alla Capitaneria di Porto e alla Agenzia delle Entrate le giornate di noleggio che saranno autorizzate e verificate da tutti e tre i soggetti. In questa fase, ha precisato il commissario/comandante “siamo pronti a raccogliere suggerimenti e indicazioni che provengano dagli operatori economici e dai portatori di interesse”.

Pubblicato da il 17 Febbraio 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.