,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Influenza e vaccinazione: gli obiettivi della campagna della Asl

vaccinazione-2Proseguiamo (è questa la terza puntata sull’argomento) a parlare di influenza e vaccino. Gli obiettivi della campagna vaccinale della Asl di Olbia contro l’influenza sono: riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte dovute alle epidemie stagionali; riduzione dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità.

Inoltre, con la campagna vaccinale contro l’influenza, è possibile anche ridurre l’assenza da lavoro ed i rischi connessi con l’attività lavorativa nei servizi essenziali:  riduzione degli assenti per malattia nei servizi essenziali per la collettività:
attraverso la protezione di determinate categorie professionali, la vaccinazione, garantisce il mantenimento dei servizi che rappresentano servizi strategici di funzionamento (servizi sanitari, pubblica sicurezza, etc); riduzione dei rischi connessi con l’attività lavorativa: tale obiettivo riguarda la riduzione dell’impatto della malattia nei soggetti che per attività lavorativa sono a maggiore contatto con il pubblico.

Perché Vaccinarsi? La risposta della Asl di Olbia è: per ridurre infezioni e malattie e con esse costi sanitari legati in particolare alle complicanze da Influenza che sopraggiungono nei soggetti particolarmente fragili affetti da patologie croniche; Per ridurre infine i costi sociali come quelli legati all’assenteismo dalle postazioni di lavoro sia private che di pubblico servizio.

La Asl di Olbia ricorda alla popolazione alcune buone prassi che rientrano tra “le misure di protezione personale” di prima scelta, utili per evitare la diffusione interumana del virus dell’influenza: lavaggio frequente delle mani, in particolare se contaminate dalle secrezioni respiratorie; buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, usare i fazzoletti, buttarli se di carta, e lavarsi le mani); isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili; uso delle mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari, come gli ospedali o ambulatori.

Pubblicato da il 14 Novembre 2016. Archiviato in Brevi. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.