,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. “La Enermar deve continuare ad esistere”

La Maddalena. “La Enermar  deve continuare ad esistere”

“Chiediamo che la Enermar  deve continuare ad esistere, perché siamo sicuri che nessun altra azienda possa garantirci gli stessi livelli occupazionali alle stesse condizioni”. Lo scrivono in un comunicato stampa i marittimi della stessa compagnia di navigazione, rispondendo alle recenti dichiarazioni dell’assessore regionale ai Trasporti Christian Solinas. “Ricordiamo che da 44 giorni sostiamo con mogli e figli dentro una tenda in attesa di risposte alla nostra vertenza, aggiungendo che stiamo solo difendendo il nostro posto di lavoro con tutte le nostre forze ed in sinergia con la sigla sindacale che ci rappresenta”. Il riferimento è alla Uil Trasporti. “Ci dispiace che l’Assessore abbia pensato solo di polemizzare contro  la nostra azienda e non abbia speso una sola parola per la difesa del nostro posto di lavoro, senza minimamente pensare che la Enermar da dieci anni ci ha dato la possibilità di portare avanti una famiglia e cosa più importante ci ha salvato dal fallimento della nostra ex azienda. Giorno dopo giorno – scrivono i lavoratori Enermar – ci viene strappata la dignità di uomini, padri e lavoratori, per questo non permetteremo a nessuno di attaccarci  l’etichetta di essere strumentalizzati”. Parallelo un comunicato della Uil Trasporti che respinge l’ipotesi di “strumentalizzazione dei lavoratori in questa triste vicenda”, ritenendolo “come atto offensivo nei confronti degli stessi lavoratori e di codesta segreteria sindacale che li rappresenta in questa fase delicata”. La Uil Trasporti sostiene che “I lavoratori Enermar hanno tutto il diritto di difendere il proprio posto di lavoro e la loro azienda, in quanto da un decennio e sino ad oggi ha permesso loro di gettare le basi per il loro futuro familiare”. (Martedì 5 aprile 2011)

Pubblicato da il 5 Aprile 2011. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.