,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Arbuticci: perché no? Alla domanda dei Comunisti risponde il Parco

La Maddalena. Arbuticci: perché no? Alla domanda dei Comunisti risponde il Parco

 “Ancora una volta il conflitto di due enti nello stesso perimetro comunale rischia di far naufragare un progetto con relativo finanziamento previsto per l’isola. Il museo di “Garibaldi nel mondo” presso il fortino Arbuticci a Caprera, rappresenta un’ occasione di sviluppo da non sottovalutare, visto la crisi economica e gli scippi subiti dal paese ad opera del governo e della regione, e non possiamo permetterci di farci del male da soli e perdere i cinque milioni di euro di finanziamento previsti per il progetto indicato e voluti dal ‘Comitato per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia’. Così scrivono i Comunisti-Sinistra Popolare della Sezione La Maddalena. “In occasione dell’ultima conferenza di servizi c’è stato l’inatteso parere negativo dell’ente Parco, il quale si smentisce clamorosamente da solo, vista la posizione positiva espressa pubblicamente in tempi molto vicini cioè in data 14 Gennaio 2011! Dopo poche settimane cosa è cambiato e perché?”. Alla domanda ha così risposto l’Ente di via Giulio Cesare. “È già stato spiegato pubblicamente che il motivo della presa di posizione positiva sull’idea di ristrutturazione del Forte Arbuticci, espressa dall’Ente Parco all’inizio del mese di gennaio, si basava sulla sintesi di una presentazione di un progetto avvenuta senza comunicare alcun dato relativo alle volumetrie e alla quale l’Ente non aveva partecipato. I dettagli del progetto, che sono stati consegnati appena pochi giorni prima della conferenza di servizi, si discostavano invece sensibilmente rispetto ai contenuti degli incontri svoltisi nei mesi precedenti e dalle idee inizialmente avanzate, oltre a essere incompatibili con le vigenti norme urbanistiche e paesaggistiche”. L’Ente Parco “è assolutamente favorevole alla funzionalizzazione del Forte di Arbuticci”. “Il progetto presentato è però contro le norme attuali e questo ha determinato inevitabilmente il pronunciamento negativo dell’Ente Parco. L’Ente Parco conclude sottolineando che “è l’unica amministrazione – proprio in quanto svincolata da logiche di appartenenza – ad essersi basata, nel suo oggettivo giudizio, sul quadro giuridico degli strumenti urbanistici e paesaggistici di riferimento”. (Martedì 15 febbraio 2011)

Pubblicato da il 15 Febbraio 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.