,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Bittu: Con Delcomar il servizio è migliorato

(di Claudio Ronchi) – “Sul tema dei trasporti marittimi non imputo una responsabilità al governo Pigliaru per quello che è successo. Gli posso imputare la responsabilità di non aver fatto bene le cose, probabilmente si poteva fare un bando migliore, sicuramente si doveva fare di più sul tema degli ex lavoratori della Saremar, perché qualcuno è stato lasciato a piedi, qualcuno è ancora da rimettere a posto dal punto di vista lavorativo. Ma c’è una delibera regionale che assegna dei soldi, delle risorse, e chi deve fare il proprio dovere lo deve fare; e ritengo che sia l’Assessorato al Lavoro”.  A parlare è il co-reggente del PD maddalenino e consigliere comunale Mauro Bittu.

Il governo di centro-sinistra, prosegue l’esponente politico isolano, “si è ritrovato in eredità quello che aveva fatto la giunta Cappellacci, di centro-destra. Pigliaru ha dovuto gestire la situazione. Devo dire però che nel male è andata bene, perché l’armatore che ha vinto la gara è l’unico armatore sardo, e guarda caso è anche maddalenino, e questo ci fa piacere”.

Per Mauro Bittu quel bando “è stato fatto male ma per certi aspetti, mentre per altri è stato migliorativo rispetto al servizio che c’era con la società pubblica”.

A cominciare dal numero delle corse, “che è aumentato. E bisogna riconoscere che non ci sono più i buchi che c’erano quando c’era la Saremar; il numero degli equipaggi è aumentato, prima erano due, adesso sono tre; la qualità del servizio, è migliorata, a cominciare dall’accoglienza sui traghetti, come la puntualità. Ci sono le migliorie e c’è anche il rispetto delle regole.

Per l’esponente del PD “qualcuno forse, prima, non era abituato: se hai macchina grande, ad esempio una station wagon, e vai a fare il biglietto, devi dire che macchina hai, non puoi dichiarare che stai traghettano con una Panda”.

Bittu ricorda poi che“recentemente sono stati fatti dei provvedimenti che vanno a sgravare il costo dei biglietti dei non residenti, quest’anno non  sono 165.000 come lo scorso anno ma 200.000 euro. Ora la palla al nostro comune. Sappiamo come la pensano, questi soldi sembra che non li vogliano mai spendere e non capisco perché, mi sembra un arroccarsi in cose assurde. Mi sembra comunque che su questo argomento ci sia un impegno da parte della Regione, che il governo di centro-sinistra su questo tema abbia la giusta sensibilità”.

Pubblicato da il 26 Marzo 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.