,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Bittu (PD) risponde alle accuse sull’ospedale: “Penso sia sbagliato contrastare riforme che sospendono o chiudono reparti insicuri. La vera battaglia è pretendere che i reparti siano messi in totale sicurezza”.

“Suona strano sentire il vicesindaco Massimo Guccini polemizzare ed attaccare il coordinamento del Pd locale sulla vertenza del Paolo Merlo attribuendogli le colpe di “un assordante silenzio”. Forse dimentica di essere stato, fino a qualche mese fa, uno degli assessori alla sanità più inefficiente di tutti i tempi”. Alle critiche mosse al PD maddalenino risponde il coordinatore e consigliere comunale, ex assessore della giunta Comiti, Mauro Bittu, chiamato in causa anche direttamente.

“Se mai fosse il caso, ricordo a Guccini che il punto nascite è stato sospeso a settembre dello scorso anno, proprio quando lui era assessore alla sanità. Dopo due mesi, durante la grande manifestazione di novembre, gridava dal palco che avrebbe preso tutti a calci nel sedere, minando da subito i rapporti istituzionali con la Regione. Alla promessa dei calci seguiva quella della manifestazione a Cagliari mai realizzata facendo di fatto scemare la protesta popolare. Solo dopo cinque lunghi mesi è arrivato l’imbarazzante tentativo di organizzarla chiedendo i soldi ai cittadini per pagare gli autobus terminata, come prevedibile, in un ulteriore fallimento. A seguire, oltre qualche articolo per dovere d’ufficio ed una finta incatenata sul marciapiede davanti all’Opera Pia, non è stato in grado di fare nessuna azione politica degna di nota”.

L’ex assessore all’urbanistica così prosegue, riferendosi sempre al vicesindaco Guccini: “Dimostra inoltre di essere poco attendo alla vita politica del paese. Come coordinatore PD infatti, più volte e pubblicamente, ho dato la mia disponibilità dichiarando di essere disposto a stare dietro il sindaco e seguirlo senza indugi e senza pensare a partiti o distanza politiche qualora avrebbe deciso di agire. Purtroppo nessuna azione collettiva è stata proposta né intrapresa; l’amministrazione non era presente neanche alla manifestazione di Tempio né è stato firmato l’esposto in procura come invece hanno fatto altri sindaci. Capisco che, ad una settima dalla votazione della riforma, l’amministrazione comunale cerchi un capo espiatorio tentando di addossare le responsabilità su altri ma la loro gestione della vertenza sull’ospedale è indelebilmente davanti agli occhi di tutta la Città”.

 Mauro Bittu termina la propria replica all’amministrazione comunale esponendo la posizione del PD maddalenino sull’ospedale Paolo Merlo. Oggi, scrive, “viene chiesto alla sezione del Pd locale quale sia la sua posizione e non ho nessuna difficoltà a dirlo. Penso sia sbagliato contrastare riforme che sospendono o chiudono reparti insicuri. La vera battaglia è pretendere che i reparti siano messi in totale sicurezza. Non sono favorevole a prescindere alla riapertura del punto nascite ma unicamente se viene garantita la massima sicurezza per puerpere e bambini. È una questione di responsabilità anche nei confronti delle future mamme. Ad oggi sicuramente è insicuro anche affrontare un viaggio così disagiato per questo la soluzione della rotazione di un equipe medico da e per i presidi Ospedalieri con un numero di parti non inferiore ai 500 può essere una soluzione che ci trova d’accordo per chiedere la riapertura del punto nascita”. C.R.

Pubblicato da il 19 Settembre 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.