,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Boeri: “Un’intera isola è stata offesa”

L'assessore provinciale Pileri, l'architetto Boeri, l'assessore regionale Mannoni, l'assessore Belli e il sindaco Comiti mentre esaminano un progetto relativo ai lavori del G8

La Maddalena.

Boeri: “Un’intera isola è stata offesa”.

“Per molti mesi, insieme al Sindaco e al Presidente Soru, abbiamo tutti sperato che, anche grazie al nostro lavoro, La Maddalena potesse fare un salto di qualità. Sembrava che l’isola, come già accaduto altre volte nella sua storia, si avviasse ad un nuovo appuntamento con il mondo. Un’illusione amara”. Le parole sono dell’architetto Stefano Boeri, progettista di diversi interventi finalizzati al G8 mancato. Milanese, fin da giovanissimo frequentatore con la famiglia dell’Arcipelago, è intervenuto alcune settimane fa sul settimanale Il Vento n. 36, in una rubrica curata da Giovanna Soro Saba, parlando del suo rapporto con l’Isola ed in particolare sulle aspettative e le delusioni del ‘progetto G8’. “Se penso alle aspettative e alle speranze nate intorno al G8 e all’attuale ingiustificabile abbandono delle nuove architetture all’Arsenale (per le quali non siamo stati ancora pagati) provo una rabbia profonda”, ha proseguito Boeri. “Un’intera isola è stata offesa e continua a non ricevere l’attenzione che merita da una Regione mal governata. Eppure basterebbe affrontare con coraggio le questioni di bonifica dei fondali e obbligare i gestori a manutenere un patrimonio di opere che – è bene ricordarlo – è e resterà regionale, dunque pubblico, dunque pagato da tutti noi, per rilanciare l’Arsenale come un grande polo marittimo e turistico. La Maddalena è uno straordinario parco naturale e un polo turistico unico al mondo, anche per le straordinarie architetture militari che ospita nell’Arcipelago. L’Arsenale – ha concluso “può ancora diventare un polo convegnistico e cantieristico unico nel nord della Sardegna, capace di offrire lavoro e di fare concorrenza ai porticcioli lussuosi, ma stagionali e senza ‘urbanità’, della Costa Smeralda. Proviamoci ancora!”.

Pubblicato da il 10 Ottobre 2012. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.