,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Celebrata la resistenza armata italiana all’occupazione tedesca del settembre 1943

(di Claudio Ronchi) – Una sobria cerimonia, vista l’emergenza Covid-19, si è svolta lo scorso 12 settembre dinanzi al monumento eretto nel 2019 a Moneta, per volontà della sezione ANPI di La Maddalena e con il concorso e il finanziamento della Regione Sardegna e la partecipazione del Comune che ha messo a disposizione un’area. Monumento col quale vengono celebrati i fatti d’arme che portarono, nel settembre del 1943, subito dopo l’armistizio, militari italiani a respingere, nel sangue, l’occupazione tedesca della base di La Maddalena. Un evento quello, per molto tempo dimenticato, forse volutamente, ma che recentemente è stato riconosciuto come evento di carattere nazionale, da molti ritenuto quale primo atto in Italia della Resistenza all’occupazione nazista, messo oltretutto in atto, coraggiosamente e dignitosamente, da militari: marinai, soldati, carabinieri. Furono 28 i morti, tra i quali il comandante dell’Arsenale MM, Carlo Avegno, e numerosi i feriti. Questo monumento ha una peculiarità, ha affermato l’ammiraglio in pensione Mario Emilio Me, presidente del Comitato Carlo Avegno, che lo scorso anno organizzò l’inaugurazione e un importante convegno su quegli avvenimenti, “nel senso che grazie lavoro degli storici locali ci è stato consentito di ricostruire meticolosamente l’evento. E si è visto che nel corso degli scontri non c’è stato alcun episodio di violenza gratuita, come se i combattenti di ambo i lati avessero chiara e netta la distinzione tra combattere e uccidere. Questa è una cosa importante ed è per questo motivo che il Comitato ha deciso di riportare i nomi anche dei caduti tedeschi nel leggio posto dietro il monumento”. Il presidente Me ha anche annunciato l’accordo raggiunto dal Comitato Carlo Avegno con la Scuola Sottufficiale di La Maddalena, che dal prossimo anno prenderà in carico l’organizzazione delle celebrazioni del 12 settembre.

Pubblicato da il 15 Settembre 2020. Archiviato in Attualità,Cultura,News,Storia. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.