,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Chiude l’Isolana: Giovanni d’Oriano vorrebbe la storia del ciclismo maddalenino non vada perduta

(di Claudio Ronchi) – La bella notizia di ieri sulla promozione in Eccellenza dell’IlvaMaddalena trova oggi un triste contrappeso in un’altra assai negativa. La Società Ciclistica Isolana termina purtroppo l’attività. A darne notizia è stato il non più giovanissimo presidente, Giovanni d’Oriano. Fin da ragazzo, da quando frequentava la Scuola Allievi Operai in Arsenale e l’Azione Cattolica, d’Oriano è stato grande appassionato di questo sport, tanto che costituì, tanti anni fa, con alcuni altri appassionati, la società che per decenni ha fatto percorrere ai suoi giovani corridori quasi tutte le strade della Sardegna, e qualcuna anche del Continente, portando spesso a casa ottimi risultati come quelli di due giovani ciclisti diventati campioni regionali. La Società Ciclistica Isolana si è anche spesso cimentata nell’organizzazione di manifestazioni sportive, a La Maddalena come a Palau, e anche in altri paesi della Sardegna. Giovanni d‘Oriano, in questo momento triste per lui e triste anche per coloro che si dispiacciono sinceramente dalle tante cose belle e importanti che, in questi ultimi anni, La Maddalena sta perdendo, spesso nell’indifferenza se non, peggio, in qualche discutibile compiacimento, ha però un desiderio: Collocare i trofei, le coppe e tutte le targhe presenti presso la storica sede, ospitata nei locali parrocchiali, a Due Strade, in un luogo pubblico, perché possa essere conservata la memoria “di tanti successi”. Sarà esaudito in questo suo desiderio?

Pubblicato da il 27 Giugno 2020. Archiviato in Attualità,Cultura,News,Sport. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.