,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Delcomar: Ai giovani calciatori tariffa residenti, tassa di sbarco però aumentata dal Comune del 150%; Critiche di Fabio Lai

(di Claudio Ronchi) – Monta la polemica sulla vicenda dei piccoli calciatori di Santa Teresa Gallura che hanno dovuto rinunciare, domenica scorsa, alla trasferta a La Maddalena dove avrebbero dovuto giocare con i coetanei dell’Ilvamaddalena al comunale Pietro Secci, perché troppo costoso, per le casse della società, il prezzo del biglietto del traghetto.

Dopo l’intervento del consigliere regionale Pierfranco Zanchetta cha ha affermato (si veda articolo pubblicato in data 9 aprile) che ci sono stanziamenti in tal senso non utilizzati finora dal Coni regionale, ha preso posizione la compagnia di navigazione Delcomar, che precisa di aver accordato, dopo aver ricevuto richiesta dai dirigenti della società teresina, “il passaggio degli atleti con la tariffa più bassa tra quelle disponibili: la tariffa riservata ai residenti”. Questo sebbene non sia “prevista alcuna forma di agevolazione nel sistema tariffario regionale e compensando, come di consueto in tali numerose occasioni, con un nostro contributo diretto la differenza di costo dei biglietti”. Le richieste delle squadre che non si possono in nessun modo assecondare, precisa la Delcomar, “è l’esenzione dalla tassa comunale di sbarco, recentemente aumentata del 150% dal comune di La Maddalena ed estesa anche al mese di ottobre. In qualità di sostituti d’imposta, infatti, non abbiamo alcuna possibilità di applicare esenzioni non espressamente previste dal regolamento deliberato dall’amministrazione comunale”.

Sull’argomento è intervenuto anche l’ex vicesindaco Fabio Lai, oggi non più nella maggioranza del sindaco Montella, affermando, per quanto riguarda la tassa di sbarco comunale, che aggrava il costo del biglietto dei traghetti, che “è opportuno dimostrare sensibilità per le associazioni sportive almeno nei settori giovanili la cui importante funzione è quella di aggregazione sociale, prevedendo esenzioni o agevolazioni. Troppe volte abbiamo gridato lo slogan: isolani non isolati. Oggi certe scelte ci isolano ancora di più. Recentemente una squadra di calcio di bambini è rimasta a terra per il caro biglietto e noi come amministrazione invece di risolvere il problema lo aumentiamo, tassando anche lo sport”.

 

Pubblicato da il 10 Aprile 2018. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.