,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Disoccupati preoccupati per il Club Med che non aprirà più: occupava oltre 200 persone

Andrea Scolafurru, Marco Poggi, Roberta Cristina D’Andetra, Mario Pes“Vogliamo tornare a mettere in evidenza le gravi conseguenze delle bocciature dei progetti delle famose ‘Intese’, di cui non ne parla più nessuno, e soprattutto quella riguardo la ristrutturazione del Club Med di Caprera, una struttura oramai chiusa che forniva al paese livelli occupazionali da non trascurare come i 20 contratti a tempo indeterminato, i 180 lavoratori stagionali da fine Maggio a fine Settembre, oltre un rilevante indotto creato intorno alla struttura”. A scriverlo è il Movimento Disoccupati e Precari La Maddalena-Gallura. “Questi lavoratori oggi, giovani e meno giovani, non potranno più lavorare per l’inefficienza e le decisioni politiche di una Regione Sarda indifferente all’emergenza e alla crisi economica dell’isola, non sono stati mantenuti gli impegni promessi da Governo e Regione ma, anzi, ostacolano e tolgono quello già esistente da oltre cinquant’anni come nel caso del Club Med!”. Il Movimento Disoccupati e Precari, del quale è presidente Marco Poggi, ritiene che La Maddalena debba avere la possibilità di riconvertire la propria economia, senza vincoli inutili da parte del sovraffollamento di ministeri che in cambio fino a oggi danno solo poltrone lottizzate e poco o nulla per l’occupazione. La Maddalena, non per sua scelta, ha solo una via per rinascere, ed è quella del turismo e del terziario, oltre che la cantieristica navale”. I disoccupati non lesinano critiche all’intero Consiglio Comunale accusandolo di “liquidare ogni argomento esclusivamente come materia di polemica e scontro tra opposizione e maggioranza”.

Pubblicato da il 25 Gennaio 2014. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.