,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Enermar e gli ex dipendenti commentano la prossima soppressione delle corse diurne Delcomar

La Maddalena. Enermar e gli ex dipendenti commentano la prossima soppressione delle corse diurne Delcomar.

Sulle dichiarazioni del sindaco Comiti relative alla prossima soppressione delle corse diurne Delcomar, con lo spostamento del traghetto Enzo D. sulla tratta Carloforte–Calasetta dove la compagnia di Franco Del Giudice risulta vincitrice delle corse sovvenzionate notturne proprio con quel traghetto – dichiarazioni contenute in una lettera indirizzata al governatore Cappellacci – interviene Maria Antonietta Orlandini,  amministratore delegato di Enermar, la quale dopo aver ricordato le vicende legate all’ uscita della propria compagnia dal servizio sulla tratta La Maddalena-Palau, dichiara che “la procedura prevede giustamente che il servizio sovvenzionato venga svolto dalle unità navali offerte in gara e che le stesse non vengano altrimenti utilizzate, al fine di evitare una ulteriore distorsione della concorrenza a danno degli operatori privati, che non godono di aiuti. Quindi, diversamente da quanto attuato in spregio ai principi concorrenziali negli anni passati e fino ad oggi, i traghetti della società vincitrice della gara dovranno essere collocati esclusivamente sulle tratte assegnate ed impiegati in modo ordinato e coerente alla programmazione contrattuale della sovvenzione. Per quanto attiene, infine, le affermazioni del Signor Sindaco riguardo a presunte logiche particolaristiche e lobbistiche – scrive ancora la Orlandini – confidiamo che i soggetti chiamati in causa vorranno dar conto delle loro azioni: Enermar censura da tempo le scelte che hanno nel corso del tempo costantemente penalizzato gli operatori privati non sovvenzionati e distorto il mercato ed è tuttora, coi suoi 83 lavoratori, vittima delle stesse”. Sullo stesso argomento intervengono anche i lavoratori disoccupati ex Enermar i quali si dichiarano “sempre più indignati”, in quanto, sostengono, Delcomar i mezzi per il trasporto locale li avrebbe. “L’Erik P è ormeggiato alla banchina delle Poste e le corse diurne spettano a codesta nave, mentre il servizio notturno è stato assegnato al moto traghetto Eolo, che per cause di forza maggiore ancora non c’è, quindi, che dire: restiamo senza parole. Per il resto possiamo solo ribadire al Sindaco che… doveva pensarci prima”. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 23 Marzo 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.