,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Fabio Lai: Un progetto decennale “coraggioso e ambizioso”; punti riferimento col Governo, la Regione, il Parco

(di Claudio Ronchi) – “Siamo nati, due anni fa, per costruire qualcosa, e non contro qualcuno. Ed abbiamo elaborato un progetto che definisco ‘coraggioso’ e ‘ambizioso’. Siamo delle persone diverse per quanto concerne l’ideologia ma abbiano maturato la convinzione che per La Maddalena non esistono problemi e scelte di destra o di sinistra; esistono soltanto problemi che vanno risolti”. Fabio Lai, 37 anni, candidato sindaco nella lista “Ripartiamo”, età media 45 anni, risponde così a chi obbietta sull’aspetto composito della sua compagine elettorale, che spazia da esponenti della destra a quelli della sinistra passando per il centro. Alla base della “coalizione civica”, come lui la chiama, c’è un programma “condiviso e concordato, anche nei dettagli”. Secondo Lai, proprio la diversa composizione della lista potrà consentire di rapportarsi e dialogare con Roma-Governo e con Cagliari-Regione. A ciò si aggiunge che potranno essere più collaborativi i rapporti col Parco Nazionale, considerato che alcuni componenti del consiglio direttivo, a titolo personale, vedono positivamente la sua lista. Il programma elaborato abbraccia il decennio 2020-2030 e passa “dalla rivoluzione del green al turismo culturale che rappresentano, insieme alla nautica da diporto e alla creazione della prima Accademia della Nautica, i tre punti cardine”. Sul collegamento fisso con Palau, Lai risponde che una simile decisione verrebbe sottoposta a referendum consultivo mentre ritiene fattibile un collegamento con la vicina isola di Santo Stefano. “Non cancelleremo ciò che di buono è stato fatto dalla precedente amministrazione” afferma Lai, ma preannuncia un intervento radicale sul PUL (Piano Utilizzo Litorali) e diverse correzioni al PUC (Piano Urbanistico Comunale). “Non siamo per la politica del mattone ma per quella del giusto equilibrio fra sviluppo urbanistico-edilizio e rispetto dell’ambiente. Siamo orientati verso uno sviluppo rappresentato dai classici lotti con verde privato e pubblico, ville e villette a schiera. Questo deve essere il nuovo modo di sviluppare urbanisticamente il nostro territorio”. Per quanto riguarda il turismo oltre a quello già esistente, “cercheremo di incidere su quello legato ai viaggi culturali, scolastici, sportivo, utilizzando la nostra storia, i grandi nomi del passato che sono da valorizzare”. Il candidato sindaco Fabio Lai promette inoltre attenzione per l’ospedale, gli anziani, i disabili (pensando alla Bandiera Lilla), i giovani. In caso di vittoria, la squadra di governo verrebbe scelta sulla base del “criterio appartenenza-competenza”, dosata quindi sugli equilibri interni scaturiti dalle urne e non esclude la presenza di assessori esterni.

Pubblicato da il 14 Ottobre 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.