,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Flash Mob il 2 giugno, e lettera al presidente Mattarella

(di Claudio Ronchi) “Tre minuti in difesa del Diritto alla Salute Art. 32 della Costituzione”. Per, martedì 2 giugno, Festa della Repubblica, l’Associazione Presidio Ospedale Paolo Merlo organizza un Flash Mob in Piazza Comando, dalle 10:30 alle 11:15.  “Tre minuti per far arrivare dappertutto l’indignazione e la rabbia di una comunità ferita e umiliata. Tre minuti per dimostrare che non ci arrendiamo”. L’associazione ha intanto inviato, sulla grave problematica dell’ospedale cittadino, una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che negli ultimi due anni è venuto a trascorrere le proprie vacanze d’agosto nell’arcipelago, facendo appello alla Costituzione e al diritto alla salute di tutti i cittadini. “La costituzione non viene adeguatamente rispettata, così come altre leggi dello Stato vengono ignorate”, scrive Aldo Pireddu, presidente dell’associazione. “Nell’isola di La Maddalena non viene applicato il Decreto 70/2015, in particolare il punto 9.2.2 e parte del punto 9.2.1., che riconoscono, inequivocabilmente, l’isola quale ‘Area Disagiata’ individuando esattamente i servizi minimi dell’ospedale Paolo Merlo”. La Sardegna, prosegue la lettera, “gode dello status di regione autonoma, ma anche in questo caso le norme regionali, seppur approvate dallo Stato, non vengono applicate, infatti la riforma sanitaria regionale, pubblicata sul BURAS il 25/10/2017, descrive esattamente i servizi sanitari riconosciuti dallo stabilimento ospedaliero di La Maddalena”. Signor Presidente, conclude Aldo Pireddu, presidente dell’associazione Presidio Ospedale Paolo Merlo La Maddalena, “rivolgiamo un appello affinché con la sua decisa pacatezza, possa prendere atto di quanto accade nell’isola di La Maddalena, esprimendole, fin d’ora la nostra totale piena disponibilità a fornirle ogni ulteriore chiarimento”.

Pubblicato da il 1 Giugno 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.