,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Franco Pinna, fotografo maddalenino che ha lavorato con Fellini

(di Claudio Ronchi) – È morto a 53 anni, nel 1978, sul set de “La Città delle Donne”, uno dei capolavori di Fellini con il quale il fotografo maddalenino Franco Pinna ha collaborato per molti anni. Del grande regista è stato il fotografo di fiducia e di scena. A La Maddalena dov’era nato nel 1925, Franco Pinna ha trascorso la sua infanzia fintanto il padre non decise il trasferimento a Roma. Ma all’Isola “piccola” e all’Isola “grande” Pinna è rimasto sempre legato curando, sulla Sardegna, diversi servizi giornalistici, scrivendone e documentandone un libro, “Sardegna”, e collaborando a “Una civiltà di pietra” con i testi di Antonio Pigliaru e la prefazione di Giuseppe Dessì.

Franco Pinna è stato fotografo socio-politico ed etno-antropologico, e viene considerato uno dei principali rappresentanti del Neorealismo. Ha collaborato con giornali quali Life, Times, Vogue, Stern, L’Espresso, Epoca., segno di un’attività sempre ad alto livello svolta in Italia e all’estero.

La Maddalena, o meglio l’Ute di La Maddalena gli ha voluto rendere omaggio, curando l’allestimento e la presentazione di una mostra fotografica a lui dedica, che rimarrà aperta ai Magazzini Ilva di Cala Gavetta fino a domenica 28 aprile (dalle 17:00 alle 19:00). A parlare del pittore maddalenino, martedì 23 aprile, sono stati il presidente dell’Ute Gavino Canopoli (che ne ha messo in evidenza gli aspetti umani) e il direttore dei corsi Toni Frau (che ha parlato di lui come professionista ed artista). Consistente la presenza del pubblico, sempre numeroso quando ci sono eventi culturali di rilievo e ben pubblicizzati.

Pubblicato da il 24 Aprile 2019. Archiviato in Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.