,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Giugno Slow, partenza oggi 31 maggio

(di Claudio Ronchi) – Giugno Slow a La Maddalena vanta appuntamenti tutti i week end, oltre iniziative durante l’intero arco del mese. La manifestazione prende ufficialmente il via oggi, venerdì 31 maggio, con la seconda edizione di ‘Garibaldi in Piazza’, organizzata per tre giorni dall’Amministrazione Comunale per celebrare il legame con la figura dell’Eroe tra arte, musica, sport ed enogastronomia con appuntamento a libero accesso sempre in Piazza Comando, a iniziare dalla Sfilata di Moda delle 21,30. Lo stesso luogo fa da cornice al ‘Villaggio dei due mondi’ per una rassegna enogastronomica sarda-isolana. Il centro storico si animerà con gli spettacoli degli artisti di strada. Sempre oggi, venerdì 31 maggio, apre nell’atrio comunale, la Mostra dedicata a Giuseppe Garibaldi nel 170° anniversario del suo arrivo a La Maddalena, “Garibaldi nella filatelia di tutto il mondo”, a cura del Circolo Filatelico Numismatico Maddalenino.

La Maddalena abbraccia dunque un nuovo percorso di sostenibilità per le isole minori in grado di richiamare visitatori attratti tanto dalla biodiversità quanto dalla valorizzazione della cultura enogastronomica sarda e maddalenina, sulle tracce di Giuseppe Garibaldi che scelse la Sardegna per dedicarsi all’agricoltura. Questa l’idea portante di Giugno Slow, in programma a La Maddalena da oggi, 31 maggio fino al 30 giugno (Congresso Nazionale di Slow Food), con un obiettivo ancora più grande: replicare annualmente la manifestazione e inserire l’arcipelago nel progetto di Slow Food Travel.

 “La manifestazione – afferma Giuseppe Bonanno, referente per le politiche sul progetto delle Isole slow del Comitato esecutivo nazionale di Slow Food Italia – vuole focalizzare l’attenzione sulle potenzialità soprattutto in chiave sostenibile delle isole e il rapporto tra i suoi abitanti o chi ci viene a vivere o a trascorrere una vacanza, appunto i residenti affettivi. Una relazione di reciprocità che oggi, più che mai, deve basare le proprie prerogative sulla durabilità delle risorse. Un nuovo approccio che spesso in realtà già si ritrova nella storia. È il caso di Garibaldi Agricoltore e della miriade di esempi di agricoltura tradizionale ed eroica portate avanti in queste piccole grandi realtà”.

Pubblicato da il 31 Maggio 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.