,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. GSPC a difesa del Paolo Merlo

La Maddalena. GSPC a difesa del Paolo Merlo.

Alla luce del progetto di riorganizzazione amministrativo-territoriale approvato dalla Conferenza Provinciale Sanitaria il Gruppo Socio Politico Cristiano ritiene che “chi limita la funzionalità del presidio di La Maddalena risulta essere senza dubbio l’ASL n°2, che ormai da anni ne ha ridotto le funzionalità ed ora ne condiziona il futuro con la richiesta alla Regione di finanziamenti aggiuntivi e una discutibile politica aziendale che potrebbe portare alla chiusura del punto nascite”.  Il GSPC ritiene pertanto che, “in assenza di un’approvazione da parte della RAS dell’atto aziendale, l’ASL n°2 debba ripristinare il numero dei posti letto e le strutture del Paolo Merlo come erano organizzate prima della delibera n°509”. All’Amministrazione Comunale il GSPC chiede “che riacquisti quella autorevolezza di cui ha dato prova avere in occasione della Conferenza dei Sindaci del Territorio”. Alla ASL n° 2 “di costituire presso il Paolo Merlo quei servizi che le leggi vigenti prevedono per le isole minori e un’attenta analisi di quelli che sono attualmente i punti di fragilità; questo, attuando una riconversione funzionale delle strutture e del personale, tale che si possa rallentare la diaspora di pazienti che l’ospedale può e deve assistere”.

Pubblicato da il 9 Maggio 2013. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.