,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. I Carabinieri del Sis per chiarire la morte di Secci

 

Il furgone del Sis questa mattina in via Italia

La Maddalena. I Carabinieri del Sis per chiarire la morte di Secci.

C’erano i Carabinieri del Servizio Investigativo Speciale (Sis) di Sassari questa mattina, dalle 9:00 circa alle 14:30, nell’alloggio di via Italia 2, dove la sera di martedì 11 settembre il personale dell’ambulanza del 118 ha trovato in agonia il medico e vice sindaco Michele Secci, deceduto poi nel reparto di rianimazione dell’ospedale civile di Sassari, senza aver ripreso conoscenza, nella serata di giovedì 13 settembre. Con loro, per un’ora circa, sono rimasti l’avvocato Luca Montella per la famiglia Secci e l’avvocato Dario Annunziata per Gianfranca Poggi, la paziente di Secci, affittuaria del bilocale. L’appartamento, rimasto anche dopo le perizie sotto sequestro giudiziario, è stato controllato dagli uomini del Sis palmo palmo – con esami scientifici in loco e da effettuarsi in laboratorio – come anche tutto ciò in esso contenuto, alla ricerca di elementi, indizi e certezze che, uniti all’esito non ancora pervenuto degli esami necroscopici, dovranno, o confermare la versione dei fatti accaduti fornita da Gianfranca Poggi, o convincere il sostituto procuratore della Repubblica di Tempio Angelo Beccu che le cose, che hanno avuto come tragico epilogo la morte del medico, sono andate diversamente. Claudio Ronchi

(Venerdì 21 settembre 2012)

Pubblicato da il 21 Settembre 2012. Archiviato in Brevi. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.