,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. I giovani? Apolitici e areligiosi

La Maddalena. I giovani? Apolitici e  areligiosi.

Disinteressati alla politica ed alla religione. Così appaiono i giovani maddalenini d’età compresa tra i 15 ed i 25 anni dall’indagine del Comune su un campione di 300 giovani da poco resa nota*. Appena il 9% infatti si interessa attivamente di politica. Sul fronte della fede solo 13% dei giovani si dichiara credente e praticante.

Giovani e politica. Appena l’1% dei giovani maddalenini è iscritto ad un partito. Che significa 3 dei essi su 300. Mentre ben 57 giovani su 300 (il 19%) sono disgustati dalla politica. L’8% invece si ritiene politicamente impegnato e il 26% sebbene non impegnato la politica la segue attraverso la stampa e la Tv. Ben il 25% dei giovani non è interessato alla politica, il 13% ritiene che la si debba lasciare ad altri e l’8% si ritiene troppo giovane per occuparsene.

Giovani e fede. Il 45% dei giovani maddalenini si dichiarano disinteressati alle religione e assolutamente laici, in pratica o non credono o il fatto religioso gli interessa men che meno e non entra in alcun modo nella loro vita. Il 42% dei giovani invece è credente sebbene non praticante, sono forniti cioè di una senso religioso più o meno marcato ma individuale, non impegnati, non impegnativo, non partecipativo, latente ma non sviluppato. I dati complessivi fino ad ora riportati significano che l’87% dei giovani maddalenini sono indifferenti alla Chiesa ed alle sue pratiche. Solo un piccolo 13% si dichiara credente e praticante, di poco al di sotto della media dei praticanti che a La Maddalena si attesta a circa il 15% della popolazione (dato verificato in proprio da Il Vento). Solo il 3% dei giovani maddalenini intervistati tra i 15 ed i 25 anni attribuisce decisiva importanza alla religione nella propria vita mentre per il 18% la religione assume importanza notevole. Dati che sommati raggiungono il 21% che è superiore a quello dei giovani praticanti (che come abbiamo visto è del 13%). Traducendo le percentuali in numeri, su 300 giovani intervistati dunque 39 giovani sono credenti e praticanti e 15 di essi frequentano oratori o gruppi religiosi. Per il 79% di loro invece (237 su 300) la religione o non ha nessuna importanza o ha un’importanza limitata.  Claudio Ronchi

 *Indagine Conoscitiva sulla Condizione di Vita degli Anziani, Giovani ed Adolescenti nella città di La Maddalena

Pubblicato da il 6 Marzo 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.