,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. I primi tre mesi di “unificazione”. Sempre ricoverato don Paolo Piras

“Le nostre due comunità parrocchiali isolane stanno attualmente sperimentando che camminare insieme è bello ma non sempre è facile e semplice. La prima difficoltà è uscire dagli schemi delle vecchie abitudini. Dalla logistica (spostarsi da una chiesa all’altra) all’accettazione di una nuova mentalità e modalità di lavoro. É una sfida sia per noi sacerdoti che per le comunità”. Le parole sono del parroco di Santa Maria Maddalena e Moneta, don Andrea Domanski, dopo i primi 3 mesi di sostanziale “unificazione” delle parrocchie dovuta alla mancanza di sacerdoti.

Del resto, scrive ancora, “non siamo gli unici, in diocesi, a trovarci in questa situazione e vi assicuro che, in altre realtà parrocchiali, le difficoltà sono più problematiche e impervie”. Sono stabili ma sempre gravi le condizioni di don Paolo Piras, ricoverato in ospedale a Sassari per una emorragia celebrale.

Pubblicato da il 5 Febbraio 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.