,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Il parco eroga contributi per i muretti a secco.

(di Claudio Ronchi) – Sono stati recentemente assegnati dall’Ente Parco i contributi per la manutenzione e il ripristino di muretti a secco per i quali, a suo tempo, era stato pubblicato il relativo bando. Sia a Maddalena che a Caprera, come le isole minori, sono ricche di recinti realizzati in tempi passati, in molti casi anche molto lontani, con le pietre che si trovavano in loco. Muretti che delimitavano le proprietà e che servivano anche per custodire, affinché non fuggisse, il bestiame. Tiras su un muro, con pietre irregolari, raccogliticce e senza malta, che si regge solo sugli incastri che ne fanno la propria forza, è un’arte che va sempre più perdendosi. Oggi non è facile trovare persone che sappiano tirare su un muretto a secco o sappiano ripararlo a regola d’arte. Per questo, a conservazione di un bene che può considerarsi identitario, il Parco Nazionale aveva bandito questa opportunità, volta proprio alla manutenzione e al ripristino di muretti a secco. Tra le domande pervenute sono state ammesse a contributo 5, ritenute dalla commissione istituita in linea col bando, e sono stati assegnati importi mediamente di 2500 euro ciascuno (da 1050 a 2625 euro) per poco più di 11.000 euro erogati. Ovviamente queste cifre non sono particolarmente “importanti” e vanno considerate quale contributo, ma è un segnale incoraggiamento per la conservazione di ciò che, ripetiamo, può considerarsi bene identitario.

Pubblicato da il 3 Dicembre 2020. Archiviato in Brevi,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.