,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Inizierà il 26 ottobre, al CEA di Stagnali, il progetto di agricoltura sociale

(di Claudio Ronchi) – Organizzato dall’associazione di Olbia, Sensibilmente, lunedì 26 ottobre prenderà il via il progetto di agricoltura sociale che si realizzerà a Caprera-Stagnali, presso il Centro di Educazione Ambientale del Parco Nazionale. Nei giorni scorsi c’è stato un incontro tra i rappresentanti dell’Ente Parco, dell’associazione Sensibilmente, gli agronomi, i familiari, gli operatori e i ragazzi che realizzeranno il progetto. La dottoressa Marta Misiano, responsabile scientifica, ha illustrato gli obiettivi del progetto. Sono, scrive l’associazione: Autonomie, nel senso che “i ragazzi andranno al lavoro in autobus, impareranno a gestire l’acquisto dei biglietti e a valutare orari delle corse, fermate e tutto ciò che è connesso all’utilizzo del trasporto pubblico. Si prenderanno cura non solo delle colture ma anche degli spazi che utilizzeranno durante l’attività lavorativa”; Lavoro, nel senso che  “i ragazzi lavoreranno tre mattine a settimana e saranno retribuiti per le ore svolte”; Inclusione sociale ed educazione ambientale, nel senso che “saranno introdotti man mano, alcuni coetanei dei ragazzi che parteciperanno come volontari al progetto per favorire la giusta commistione e lo scambio tra pari con e senza disabilità”. Tramite alcune lezioni svolte dagli agronomi, scrive sempre l’associazione Sensibilmente,  “i ragazzi impareranno oltre alle tecniche di coltura, a riconoscere arborescenze e infiorescenze che circondano l’area del Museo del mare di Stagnali e a prendersene cura manutenendo l’intera area”.

Pubblicato da il 11 Ottobre 2020. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.