,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. La società comunale Maddalena Ambiente potrà ampliare i servizi e aumentare i dipendenti

(di Claudio Ronchi) – Proseguimento e miglioramento della gestione della nettezza urbana, a breve gestione della segnaletica stradale e degli scuolabus, gestione del trasporto locale-interno e, in prospettiva, subentro ad Abbanoa nella gestione del sistema idrico-fognario. Dunque non un ridimensionamento in termini di compiti e personale della società in house, Maddalena Ambiente, ma un aumento in termini di servizi espletati e di personale impiegato (attualmente circa 40 dipendenti), con nuove assunzioni e professionalità. Il tutto, afferma Claudio Tollis, assessore all’igiene urbana e al bilancio, “senza andare a sottrarre lavoro alle ditte locali”. L’oggetto sociale della società, fortemente voluta dal precedente assessore, Gianluca Cataldi, prevede già queste attività. La società fu costituita in tempi piuttosto brevi, per far fronte all’emergenza che era derivata dai diversi contenziosi che l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Luca Montella, aveva con la ditta che aveva in appalto il servizio di urbana ed entrò in funzione il 3 agosto del 2019. “Stiamo lavorando per mettere la società a regime in quanto nata in un periodo di forte criticità”, afferma Tollis. “Ora l’emergenza è finita, pertanto andremo a ridefinire il piano industriale e finanziario”. L’assessore ritiene che il servizio di N.U. sia espletato in maniera più che soddisfacente sebbene qualche miglioramento sia sempre apportabile, non tanto per quanto riguarda il ritiro presso le utenze domestiche quanto per quelle commerciali, particolarmente nel periodo estivo. C’è poi da rivedere, afferma Tollis il regolamento dell’Ecocentro del Vaticano. Nell’immediato, l’amministrazione comunale punterà la propria attenzione per attribuire alla società in house l’espletamento delle attività legate alla segnaletica orizzontale e a quella verticale, finora date in appalto a ditte esterne, ed altri interventi che vengono espletatei direttamente dall’Ufficio Manutenzioni, come ad esempio, in questo periodo, l’installazione delle luminarie natalizie. Anche la gestione degli scuolabus con i relativi autisti passerà a breve tra le attività della Maddalena Ambiente. C’è poi l’ambizione, se effettivamente, come sembra, la Regione Sardegna ha intenzione di cedere il servizio di trasporto interno ai Comuni, non di affidarlo in appalto ma di farlo gestire appunto dalla società in house, con l’acquisto di autobus e l’assunzione di personale. Claudio Tollis, sia quand’era in maggioranza che in minoranza, è sempre stato contrario alla cessione del servizio idrico integrato ad Abbanoa, e già dai tempi dell’amministrazione guidata da Rosanna Giudice (che meritoriamente risolse il problema della distribuzione interna dell’acqua e dell’approvvigionamento delle abitazioni e delle attività commerciali e turistiche), pensava al proseguimento della gestione comunale. “È una partita che bisogna giocare a livello politico, con la Regione”, afferma l’assessore Tollis, consapevole che la questione sia piuttosto complessa tanto dal punto di vista normativo- burocratico quanto da quello pratico e finanziario. Se da un lato non sarebbe particolarmente difficoltoso gestire il sistema idrico (puntando al riutilizzo anche del civico acquedotto, attraverso un finanziamento nazionale o europeo) dall’altro appare più complicato il discorso fognario, con la non semplice gestione del collettore e degli impianti di depurazione.

Pubblicato da il 21 Novembre 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.