,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. La tutela delle Bocche attraverso il Parco Internazionale

La Maddalena. La tutela delle Bocche attraverso il Parco Internazionale.

“Il danno ambientale causato dalla fuoriuscita di olio combustibile che ha colpito tutta la costa settentrionale della Sardegna e che ha fortunatamente risparmiato le coste dell’Arcipelago deve trasformarsi in un’occasione di riflessione e di programmazione” afferma Giuseppe Bonanno, presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena. “Proprio nell’ottica del danno ambientale provocato dall’incidente di Fiume Santo e dai rischi derivanti comunque dal traffico di navi che trasportano merci pericolose all’interno del canale delle Bocche – ovviamente non battenti bandiera italiana e francese, giacché i due Stati già proibiscono il transito ai mezzi appartenenti alla propria nazione – è possibile valutare l’importanza dell’investimento e degli sforzi dell’Ente Parco per la realizzazione del Gruppo Europeo di cooperazione territoriale (GECT), che proprio per valorizzare il ruolo del Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio sarà denominato PMIB: un acronimo comune italo-francese identifica infatti l’area protetta transfrontaliera che attualmente esiste solo nelle intenzioni degli enti gestori delle due riserve già esistenti. Con l’istituzione del GECT il Parco di La Maddalena, che opera ormai da anni in questa direzione insieme all’Office de l’Environnement de la Corse (Ufficio per l’Ambiente della Corsica), raggiungerà un ulteriore importante risultato operativo, primo passo fondamentale per la tutela delle Bocche”. (Giovedì 10 febbraio 2011)

Pubblicato da il 10 Febbraio 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.