,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Le opposizioni fanno il bilancio di 5 anni di amministrazione Montella: “una Caporetto”

(di Claudio Ronchi) – Se non ci fosse stata la pandemia in questi giorni ci sarebbero state le elezioni comunali, probabilmente domenica 7 giugno, e l’amministrazione Montella avrebbe finito il suo quinquennale mandato amministrativo salvo ricandidature varie. Le minoranze consiliari, i cui nominativi dovrebbero essere riconducibili a Gaetano Pedroni, Mauro Bittu, Fabio Lai, Arianna Carola, Adriano Greco e Roberto Zanchetta in un documento si domandano come mai non sia stata “portata a termine nessuna delle promesse fatte?”. A parte interventi che le minoranze giudicano comunque di ordinaria amministrazione contestano all’amministrazione Montella il fatto che “è stato fatto scadere un PUC da 250.000€, non è stato approvato il PUL, il Club Med non è mai partito, del Water front non è stato messo neanche un mattone, Cala Balbiano non è stata ultimata, il mercato civico è ancora un cantiere aperto, la pista ciclabile non è mai partita nonostante le promesse”. Dall’opposizione rimproverano ancora alla maggioranza il fatto che “delle navi da Crociera previste nel programma elettorale neanche l’ombra, i rapporti con il Parco nonostante gli annunci sono stati pessimi addirittura è stato presentato un ricorso sulle nomine dichiarato infondato dal Presidente della Repubblica, la Smart City promessa è una chimera, il parco giochi per i bambini è fatiscente, la stazione marittima (se così possiamo definirla) è un rudere in mezzo al porto”.

Pubblicato da il 4 Giugno 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.