,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. “Ma a nessuno interessa che la tac sia chiusa da 150 giorni?”; Se lo domanda su Facebook (Libertà d’Opinione) il primario Vincenzo Bifulco

(di Claudio Ronchi) – “Ma a nessuno interessa che la tac sia chiusa da 150 giorni? Ma la politica locale e regionale, non m’importa il colore, non può intervenire?”. È quasi un “grido di dolore” quello lanciato dal dottor Vincenzo Bifulco, primario del reparto di radiologia di Olbia, Tempio e La Maddalena, proprio a proposito del reparto isolano, dell’ospedale Paolo Merlo. Il “grido di dolore” di un medico, attaccato al suo lavoro ed evidentemente impossibilitato a svolgerlo nel migliore dei modi e a risolvere problemi che non è lui che deve risolvere. Un “grido di dolore” anche di un isolano, essendo nato La Maddalena e avendovi qui i propri affetti familiari. “Io sono molto preoccupato innanzitutto come utente, io ho qua tutta la famiglia, tutti i miei amici concittadini, i pazienti, e soffro nel vedere negato un diritto fondamentale”. Lo sfogo-appello del dottor Bifulco appare oggi sulla pagina Facebook “Libertà d’Opinione”. Bifulco ricorda di aver installato la prima tac 12 anni fa “e sembrava un sogno per La Maddalena” mentre attualmente l’installazione del nuovo macchinario “è ancora nelle mani della ditta”. Vincenzo Bifulco promette che appena gli consegneranno la tac e i locali metterà in funzione “un piano d’assalto per smaltire le liste; chiederò ai miei di fare questo sacrificio, chiederò ad un infermiere di darci una mano; so che nessuno si tirerà indietro”.

Pubblicato da il 21 Febbraio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.