,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Marittimi ex Saremar: Comune pronto ad assumerli … se paga la Regione

Alla riunione di Cagliari, sollecitata dai consiglieri regionali Zanchetta e Pizzuto, erano presenti per La Maddalena l’assessore Massimiliano Guccini e il capogruppo della maggioranza consiliare Alberto Mureddu, e per Carloforte il sindaco e un assessore. Con il capo di gabinetto del governatore Pigliaru, alcuni funzionari dell’assessorato ai trasporti e i vertici dell’Aspal si è discusso della delicata questione dei marittimi della Saremar, quasi una settantina, rimasti disoccupati o sottoccupati dopo la messa in liquidazione della compagnia di navigazione pubblica.

Lo scorso anno, su iniziativa del consigliere regionale maddalenino Pierfranco Zanchetta, i dirigenti Aspal, per lo stesso problema, erano intervenuti a La Maddalena. L’atipicità però dei lavoratori marittimi rende difficile il loro reinserimento, è stato sottolineato nel corso dell’incontro.

Così come in quella occasione aveva fatto il sindaco Montella, il capogruppo Alberto Mureddu ha  proposto alla Regione  di assegnare al Comune “la dotazione economica, non una tantum ma strutturale, per assorbirli noi in comune e accompagnarli fino al momento della pensione.  Alla nostra proposta maddalenina si è associato anche il Comune di Carloforte per la sua parte”. Si tratta infatti di ex Saremar residenti nelle due isole.

Si è parlato anche, ha aggiunto Mureddu, di finanziare e aprire cantieri di lavoro, come di sovvenzionare loro l’inizio di un’attività in proprio. Provvedimenti però che presentano molte difficoltà. C’è anche la possibilità, forse più concreta, che circa 25 di loro possano essere assorbiti (attraverso alcune premialità previste nel bando) da chi vincerà la gara sovvenzionata della tratta internazionale Santa Teresa Gallura-Bonifacio.

La Regione, per quanto riguarda la proposta del Comune di La Maddalena, si è presa un paio di settimane di tempo per esaminare la sua praticabilità.

Pubblicato da il 18 Marzo 2018. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.