,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Monumento alla solidarietà, quella vera

(di Claudio Ronchi) – Nove anni fa, Sardegna Solidale “seminò” un’opera del compianto artista Pinuccio Sciola, nella piazza principale di Moneta, quella dedicata a Don Giuseppe Riva, nel corso di una partecipata cerimonia. Il piccolo monumento, come gli altri 40 disseminati in altrettanti comuni della Sardegna, c’è tuttora sebbene nell’indifferenza dei più. Rappresentava e rappresenta il Seme della Solidarietà, che tende a crescere, nell’auspicio che cresca sempre di più. Solidarietà, concetto piuttosto inflazionato specialmente di questi tempi, e a volte anche strombazzato, nella distorta versione indirizzata verso l’apparire, tra riprese televisive, flash, comunicati e post su Facebook, piuttosto che nel riservato, discreto, solidale aiuto, materiale e morale, agli altri che ne hanno bisogno. Stortura che certamente non riguarda la benemerita associazione, generosa nel dare, spesso in punta di piedi. Sardegna Solidale inizia la propria storia circa vent’anni fa, muovendo i primi passi e creando ex novo o sovrapponendosi ad altre strutture preesistenti, per creare una grande rete di solidarietà, che tuttora lega tanti comuni della Sardegna. Sabato scorso 11 giugno, questa volta nell’oratorio San Giovanni Bosco, nuova inaugurazione di monumento, realizzato da Ceramiche Nioi di Assemini. Anche in questo caso si tratta di una delle 40 ceramiche, nel caso specifico la 20ª, inaugurate o da inaugurare in altrettanti comuni sardi. Erano presenti i volontari delle associazioni del territorio, insieme al vicepresidente del Csv Sardegna Solidale e presidente dell’Avis regionale Sardegna Antonello Carta, al referente del Sa.Sol. Point di Perfugas Giovanni Demarcus, e al referente del Sa.Sol. Point di La Maddalena don Andrea Domanski, che ha benedetto la ceramica. L’amministrazione comunale era rappresentata dall’assessora Mariapia Zonca. “Non è più tempo di navigatori solitari. Cambia Rotta. Scegli di essere un volontario!” è il messaggio che campeggia sull’opera.

Pubblicato da il 13 Luglio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.