,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Nel turismo occorre fare rete

Uno degli argomenti affrontati in un recente incontro pubblico dall’assessore Claudio Tollis è stato quello del turismo e della necessità che occorra fare rete. L’assessore ha constatato la crisi del commercio ed ha fatto la considerazione che “oggi come oggi, a La Maddalena, il grosso del reddito è prodotto dalle pensioni degli ex statali” ma che questo filone “è destinato ad estinguersi”, per cui è necessario, ora, intraprendere “delle azioni positive” al fine di evitare, da qui a 10 anni, 15 anni, “di non essere più in grado di recuperare questa discesa”.

L’assessore Tollis ha parlato quindi del rapporto da svilupparsi tra imprese commerciali e quelle turistiche e nautiche. “Quelle attività possono essere di supporto alle attività commerciali esistenti, creando quella che si chiama rete d’impresa. La rete d’impresa che, in altre realtà, funziona molto bene. Si tratta di favorire l’incontro tra imprenditori di un settore con un altro settore. In questo caso la nautica ha il grande vantaggio di essere il veicolo, lo strumento che traghetta e trasporta le persone all’interno di quest’isola. Noi ancora oggi”, ha sottolineato Tollis, “siamo impreparati a gestire questo”. Ad esempio, ha proseguito, “se d’estate si raggiungesse un accordo intelligente, per far sì che la sosta per il pranzo venga fatta a La Maddalena, si avrebbe un vantaggio indiscutibile.  All’incirca 1500-2000 persone si riverserebbero, nell’ora di pranzo, per mangiare, per fare magari delle piccole spese all’interno del tessuto commerciale. Per fare questo si tratta di stipulare accordi commerciali intelligenti, che non comporterebbero un decremento dell’attività nautica ma anzi ne troverebbe un giovamento”.

 L’assessore si riferiva al comparto della ristorazione in generale che a sua volta ne trarrebbe gran giovamento.  “Se poi si fa un circuito con le altre attività, io so che dopo il pranzo il turista prende il caffè, ad esempio, acquista un souvenir, eccetera. Sono discorsi che abbiamo già fatto. Ora si tratta di passare all’azione”.  Claudio Ronchi

Pubblicato da il 1 Febbraio 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.