,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Non ci sono più i soldi per la strada di Arbuticci, quella che scende dal Memoriale Garibaldi verso l’ex Club Med.

(di Claudio Ronchi) – Assessore Belli, per rilanciare il Memoriale Garibaldi occorre risolvere il problema della viabilità ovvero aprire la strada ex militare che dal forte di Arbuticci scende all’ex Club Med. Erano stati stanziati dei fondi, a suo tempo, per volontà del ministro Dario Franceschini, ci sono sempre?

“Le inadempienze precedenti hanno fatto dirottare i fondi” è la risposta dell’assessore comunale al Turismo e alla Cultura. “Cercheremo nuovi fondi ma quelli che c’erano già disponibili non sono più”.

Belli si affretta tuttavia ad informare che quei soldi sono comunque rimasti per Caprera, per i musei garibaldini, ma non più con la destinazione per la quale erano stati stanziati.

La necessità di intervenire sulla viabilità è importante perché attualmente, vista la ristrettezza della carreggiata, a doppio senso di circolazione, non è percorribile dai pullman. Questo limita se non esclude la ex fortezza e il suo museo dagli itinerari delle gite organizzate che rappresentano una grossa percentuale di visitatori specialmente durante la primavera.

Alcuni anni fa, quando fu aperto il Memoriale, l’apertura dell’anello sembrava cosa fatta, quantomeno in termini di progettazione e finanziamenti. Ci fu però il veto da parte del Parco Nazionale, con l’allora presidente Giuseppe Bonanno, preoccupato di salvaguardare i cosiddetti Orti di Garibaldi ovvero il sito di quella che fu l’Azienda Agricola organizzata a suo tempo dall’Eroe, della quale da tempo e forse velleitariamente, si parla di un ripristino, sebbene parziale.

“In effetti”, afferma l’assessore Gianvincenzo Belli, “quella strada costeggia gli urti di Garibaldi non ci passa sopra. Credo anche, a questo punto, che quest’obiezione sia stata superata dall’ attuale dirigenza del Parco”.

Peccato solo però, a questo punto, che non ci siano più i soldi disponibili … E non si sa se il nuovo governo, quello che dovrebbe costituire Draghi, riconfermerà il ministro Franceschini, del quale è portavoce il maddalenino Gianluca Lioni.

Pubblicato da il 5 Febbraio 2021. Archiviato in Brevi,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.