,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Nuovo appalto NU: Ecco alcuni commenti di chi l’ha votato e chi no

Mercoledì 27 marzo è stata approvata dal Consiglio Comunale la delibera di affidamento decennale del servizio di Igiene Urbana alla in house Maddalena Ambiente.

Gianluca Cataldi. “Dopo vari esperimenti falliti nel passato, il vero cambiamento lo abbiamo votato oggi. Come per tutte le novità, si prova un po’ di diffidenza e un po’ di paura ed è per questo che ci vogliono attributi e determinazione per fare certe scelte. Vogliamo che tutto il paese venga pulito, che nelle vie pedonali del centro storico non si vedano più camioncini avanti e indietro mentre la gente passeggia, che non rimanga spazzatura depositata nelle strade, che non si assista più allo scarico del vetro mentre la gente beve il caffè. Ma soprattutto vogliamo un servizio migliore, degno del paese in cui viviamo. Oggi abbiamo votato tutto questo. Il vero giudizio datecelo fra qualche mese, quando si entrerà a regime”.

Arianna Carola, del gruppo di Minoranza Il Vento che Cambia. “È un passaggio storico per questo comune. “Un servizio che a mio parere sarà gestito nel modo migliore possibile per la nostra città. Un servizio che cercherà di soddisfare le esigenze della collettività in termini di ritiri dei rifiuti e di pulizia della città.  Per quanto mi riguarda, sono contenta di aver votato favorevolmente ed aver contribuito alla realizzazione di questo progetto. Sono arrivata a questa scelta con la mia testa, senza interferenze da parte di nessuno. Ho cercato di capire in questi mesi il funzionamento di questo complesso servizio. Un lavoro di mesi ed un impegno da parte di tutti che porterà ad un ottimo risultato”.

Gaetano Pedroni, capo gruppo de Il Vento che Cambia. “La filosofia che anima questo nuovo capitolato non è più ‘tutto a tutti’ ma nuovo servizio specifico per ogni attività. E non è un capitolato ‘contro’ ma ‘per’ i commercianti e ‘per’ i cittadini. Un capitolato che non è chiuso ma che ha la possibilità di essere modulato sulla base delle esigenze delle singole attività”.

 

Mauro Bittu, esponente in consiglio del PD. “Il mio voto è stato contrario perché non posso accettare una riduzione dei servizi soprattutto nel comparto commerciale.  Mi dispiace di non essere riuscito a convincere la maggioranza dei miei colleghi, affinché il numero dei passaggi previsti rimanesse lo stesso previsto nel vecchio servizio. Il problema più importante, a mio giudizio, è la riduzione dei passaggi di secco, vetro, plastica e cartone, nei mesi di luglio e agosto, che sarà effettuato 3 volte la settimana contro le 7 volte la settimana del precedente servizio”.

 

Roberto Zanchetta ha espresso voto contrario. “Non sono contrario all’idea della società in house e sono d’accordo col sindaco quando dice che per il ‘pubblico’ bisogna essere favorevoli. Però, per quanto mi riguarda, proprio su questo settore, ho forti dubbi e molte paure, per la gestione di un servizio così delicato”.

Pubblicato da il 28 Marzo 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.