,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Ottobre d’oro per Domenico Battaglia

La Maddalena. Ottobre d’oro per Domenico Battaglia.

D’ora in poi Domenico Battaglia non si potrà più definire solo poeta ma anche scrittore. La sua ‘consacrazione’ nella prosa dialettale, peraltro anticipata con alcuni riconoscimenti nel corso di questo stesso anno, è avvenuta in questo mese d’ottobre da poco trascorso con due primi premi. Il giorno 7 ha infatti ricevuto a 1° premio assoluto nel Concorso di Poesia e Prosa Sarda ‘Elighes ‘Uttiosos’ organizzato dall’omonima Associazione Culturale di Santu Lussurgiu (Medio Campidano), con il racconto breve ‘Tre ghjurnati da sognu’. Come anche il 29 ottobre, quando si è aggiudicato il 1° premio assoluto per il racconto breve ‘Era una séra di magghju’ nel Concorso Letterario di Prosa in Lingua Sarda ‘Pabàriu’, organizzato congiuntamente dai Comuni di Fordongianus, Paulilatino e Bonarcado. Battaglia però non ha disdegnato di ricevere riconoscimenti anche nel campo della poesia. Il 22 ottobre infatti  ha ricevuto una segnalazione di merito per la poesia dal titolo ‘Volarìu aétti ancora’, nella sezione versi sciolti del Concorso di Poesia ‘Quartucciu 2011’. Mentre lo stesso 29 ottobre ha avuto una menzione d’onore nella 16^ edizione del Premio di Poesia ‘Seunis’  di Thiesi, per la poesia ‘Quandu s’è fatta notti’. Di cosa parlano i due racconti premiati? Il primo, ‘Era una séra di magghju’, è la storia di Antonia, una ragazza di La Maddalena che sposa un militare di Verona, durante la seconda guerra mondiale. Ma l’uomo, dislocato poi in Corsica, s’innamora di una ragazza corsa dalla quale ha un figlio. Si ritroveranno, senza riconoscersi, trent’anni dopo a Milano… Nel secondo racconto ‘Tre ghjurnati da sognu’, il protagonista torna indietro nel tempo si ritrova bambino, rivivendo nella Maddalena degli anni ’60.

Claudio Ronchi

(Sabato 3 dicembre 2011)

Pubblicato da il 3 Dicembre 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.