,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Per gli alluvionati 50 mila euro ‘senza gambe’. Scontro tra giunta e segretario generale


La dottoressa Barbara Pini

La dottoressa Barbara Pini

Lunedì 25 novembre, durante i lavori del Consiglio Comunale il sindaco Comiti ha proposto di destinare  50.000 euro, dai fondi comunali, alle popolazioni alluvionate galluresi. La proposta è stata accolta dalla maggioranza e dai consiglieri d’opposizione Zanchetta e Pedroni mentre Guccini, Montella, Tollis e Olivieri hanno espresso le loro perplessità sulla fattibilità tecnico-giurico-contabile della proposta. La decisione è stata rinviata alla successiva riunione consiliare di sabato 30 novembre, entro la quale è stato richiesto un parere scritto alla dottoressa Pini, segretario generale del Comune, che già verbalmente aveva espresso più di una perplessità. Sabato 30 novembre, nella nuova seduta di Consiglio Comunale, la discussione sull’argomento, tra il sindaco Comiti con gli assessori Gallinaro e Tirotto, e la dottoressa Barbara Pini, segretario generale e dirigente del servizio finanziario, è stata serrata, a tratti dura da parte degli amministratori, ma alla fine il massimo responsabile della burocrazia comunale il parere positivo –  in fase di assestamento di bilancio, sull’emendamento per l’istituzione di un capito di bilancio per 50 mila di euro da destinare agli alluvionati di Olbia – non lo ha dato. Accusata soprattutto di averlo presentato in ritardo, e dal sindaco Comiti di non essersi direttamente e tempestivamente relazionata con lui,  la Pini ha opposto il suo parere scritto controfirmato dal revisore dei conti Valeria Pillai, con il quale ha ricordato che “l’Ente non può utilizzare risorse proprie per funzioni che esulano dall’ambiti territoriale di competenza”. Principio supportato da sentenze della Corte dei Conti. A ciò ha aggiunto la necessità-obbligo del rispetto del patto di stabilità. Alla fine l’emendamento per costituire un capitolo ‘Pro alluvionati’ per 50.000 euro è stato votato, ma difficilmente questi soldi potranno mai arrivare a Olbia e dintorni. È assai probabile che del bel gesto di solidarietà e dell’iniziativa di aiuto concreto verso chi ha subito la furia dell’alluvione non rimarrà che una delibera senza gambe, unitamente ai rapporti più che tesi tra segretaria generale e giunta. Claudio Ronchi

 

Pubblicato da il 2 Dicembre 2013. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.