,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Per il depuratore di Moneta oggi ordinanza del sindaco per farlo funzionare?

depuratore-w2La Maddalena. Per il depuratore di Moneta oggi ordinanza del sindaco per farlo funzionare?

“Il punto in cui siamo arrivati oggi è che l’impianto di Moneta è quasi fermo. Si opera solamente una prima grigliatura di reflui che poi vengono immessi senza un trattamento biologico nella condotta sottomarina, e vengono scaricati in mare ad una profondità di 40 metri”. A dichiararlo è stato il sindaco Angelo Comiti a Radio Arcipelago. “Questo è stato accertato anche dall’Arpas, in data 10 novembre. L’Arpas ha inviato questo rapporto a me e a tutti i soggetti interessati. È stata anche attivata la Procura della Repubblica. Io aspetterò la mattinata di oggi (di ieri 15 novembre, ndr) per vedere se quanto chiesto e quanto fatto mettere a verbale nella riunione di Cagliari si avvererà, altrimenti stasera (ieri15 novembre, ndr) o al più tardi domani mattina (martedì 16 novembre, ndr) farò una nuova ordinanza all’interno della quale chiamerò a rispondere di questa cosa gravissima un numero di soggetti maggiore. La mia prima ordinanza (del 6 settembre scorso, ndr) era rivolta ad Abbanoa. Vuol dire che dovrò allargare il numero dei soggetti destinatari se qui la situazione non si sblocca. I soggetti destinatari a questo punto sono anche Opere Pubbliche e probabilmente la Protezione Civile stessa”. Il sindaco di La Maddalena nel corso dell’intervista a Radio Arcipelago ha parlato della riunione di Cagliari tenutasi giovedì 11 novembre “l’ennesima-sottolineo- sulle questioni relative al nostro depuratore, con esponenti di primissimo piano. C’era il commissario straordinario dell’Autorità d’Ambito” elenca Comiti, “c’era il presidente di Abbanoa con il direttore generale, c’era il responsabile del procedimento di tutto il lotto 22, c’era Protezione Civile ad altissimo livello con il dottor Dell’Acqua e il dottor Borrelli, c’era l’Avvocatura della Presidenza della Giunta Regionale, c’era il sindaco della Maddalena. Voglio dire, una riunione ai più alti livelli di così io credo che non si possa concepire dentro questo tipo di problema. Abbiamo sottoscritto un verbale. All’interno del verbale – ha proseguito il sindaco di La Maddalena – ho fatto mettere, in termini molto chiari, come, allo stato attuale stanno le cose, stiamo scaricando i reflui a mare, completamente al di fuori da quelle che sono le normative previste dalla Comunità Europea e dalla legislazione nazionale e ho chiesto l’immediato intervento di Abbanoa e di Opere Pubbliche, per la rimessa in pristino del ciclo depurativo dal nostro impianto”. Comiti ha infine affermato che “la cosa paradossale è che fino a 20 giorni fa il depuratore funzionava benissimo, perché l’Arpas ha certificato è quello che si scaricava mare era abbondantemente all’interno dei parametri”. (Martedì 16 novembre 2010)

Pubblicato da il 16 Novembre 2010. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.