,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Piccolo utile per la house della nettezza urbana; confermata l’amministratrice unica

(di Claudio Ronchi) – Magda Masu (nella foto), commercialista di Tempio, è stata riconfermata ieri dal consiglio comunale nel ruolo di amministratrice unica della Maddalena Ambiente. Incarico che le era stato assegnato lo scorso luglio nel momento della costituzione della società in house. Con lei confermata anche la revisore dei conti, Valeria Pillai. Le due professioniste hanno ricevuto i voti della maggioranza e di una consigliera di minoranza, Arianna Carola. Due astensioni ci sono poi state, e un voto contrario. E ieri è stato anche approvato il bilancio della società comunale, chiamata a svolgere l’importante e delicato servizio di nettezza urbana, iniziato nell’agosto 2018 dopo un tormentato periodo caratterizzato dai contenziosi tra il Comune e la società privata che ne aveva l’appalto.

Il primo anno di vita, il 2018, Maddalena Ambiente lo ha chiuso con un utile di 46 euro. “Nei primi cinque mesi di attività la società è valida e pulita e al momento sta procedendo nel migliore dei modi” ha affermato la revisore dei conti Valeria Pillai, sottolineando il fatto che in questa prima fase di rodaggio non abbia prodotto perdite.

Gianluca Cataldi

“Sono soddisfatto del risultato operativo, in un servizio difficile e complicato come quello di gestione dei rifiuti” ha detto l’assessore Gianluca Cataldi, “padre” della società in house. “Non siamo ancora a regime, mancano i mezzi, alcuni sono arrivati, altri sono in arrivo. Il sistema di raccolta non è ancora ai livelli che ci siamo imposti. Il risultato tuttavia è più che soddisfacente”, ha commentato.

 Il capogruppo di minoranza, Gaetano Pedroni, ha ricordato di aver votato favorevolmente, a suo tempo, per la costituzione della società ma ha motivato il voto di astensione suo e del collega Greco, in quanto, come minoranza, non ha responsabilità negli atti di gestione. Pur ammettendo dei grossi passi in avanti, Pedroni ha evidenziato alcune criticità ancora esistenti, rimproverando agli amministratori soprattutto la mancanza di rispetto di alcune tempistiche annunciate. Più severo l’intervento, dall’opposizione, di Mauro Bittu (PD) soprattutto per quanto riguarda il servizio alle utenze commerciali.

Ci sono delle problematiche burocratiche che richiedono tempo per essere risolte” si è giustificata l’amministratrice, Magda Masu. Dal canto suo il dirigente comunale, Gian Nicola Cossu, ha ammesso che ci vorranno un paio di mesi per entrare a regime con tutti i mezzi che sono stati ordinati.

E questo non può che suscitare preoccupazione, in chi osserva la situazione dal di fuori e senza pregiudizi, considerato che le criticità sono state attribuite soprattutto al mancato arrivo di mezzi nuovi, e che dopo questi ultimi giorni di giugno, arrivano luglio e agosto, un banco di prova di notevole portata, dove si valuterà effettivamente la capacità della società di offrire se non un servizio ancora ottimale quanto meno migliore di quello garantito finora.

Pubblicato da il 28 Giugno 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.