,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Poco di quello annunciato a fine anno sarà realizzato quest’anno

 

La Maddalena. Poco di quello annunciato a fine anno sarà realizzato quest’anno.

 

Nella conferenza stampa di fine anno 2011 il sindaco Angelo Comiti aveva affermato che il 2012 sarebbe stato “l’anno del fare”, l’anno della realizzazione delle grandi opere. A parte il Museo di Arbuticci poco di quello annunciato è stato fin’ora realizzato e difficilmente lo sarò entro quest’anno. E lo scriviamo con rammarico, molto rammarico. Siamo ormai infatti a ottobre e, oggettivamente parlando, rispetto a prima, ci ritroviamo a vivere in un paese economicamente più povero, più disoccupato, più vecchio, peggio collegato, male organizzato, e con un tasso di ottimismo ridotto ai minimi. Superata l’estate c’è gente che teme l’autunno (profezie dei Maya a parte) e soprattutto l’inverno 2013. Al sindaco Comiti rimango poco meno di tre anni d’amministrazione, per dare un bel colpo di reni che risollevi il paese (smentendo clamorosamente scettici e detrattori), prima che questo scivoli per chissà quanto tempo nel baratro. Salutata positivamente, nel marzo scorso, la firma da parte del premier Mario Monti dell’ordinanza che riassegna la disponibilità di fondi (28 milioni di euro) per la portualità commerciale e turistica (Water Front), l’Hotel Carlo Felice ex Ospedale Militare, l’intervento di edilizia economico residenziale a Moneta e il forte di Punta Rossa di Caprera, sono state firmate poche settimane fa, da parte del governatore della Sardegna Ugo Cappellacci, le deleghe per i lavori.  C’è ora da passare alle progettualità, alle approvazioni, ai bandi di gara, alle assegnazioni dei lavori, alla loro esecuzione, ultimazione e utilizzo delle opere. Per quanto riguarda le bonifiche del mare prospiciente l’ex Arsenale (conditio sine qua non per la riapertura della Mita), dopo la conferenza di servizi del luglio scorso (che ha reso disponibili 15 milioni di euro) dovrebbero essere formalizzati i bandi di gara. E poi bisognerà attendere l’esecuzione delle bonifiche sulle quali vigilerà la Procura di Tempio e soprattutto una caterva di mass media pronti a rilevare la minima traccia d’inquinamento rimasta … Realisticamente parlando (anche se fortemente ci auguriamo di essere pessimisti e smentiti) difficilmente qualcosa di tutto ciò che abbiamo elencato  potrà essere ultimato entro la prossima estate (fossero almeno le bonifiche …). Di seguito ricordiamo i grandi temi oggetto di quella conferenza stampa.

Memoriale Garibaldi di Arbuticci. L’anno 2011, dei 150 anni dell’Unità d’Italia, avrebbe dovuto vedere già completato sia l’intervento a Punta Rossa che quello di Arbuticci con l’apertura del Museo Garibaldi nel Mondo. Punta Rossa è ancora una ‘nebulosa’ mentre Arbuticci, la cui inaugurazione sarebbe dovuta avvenire entro marzo 2012 in effetti è stato inaugurato, con la preannunciata presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ai primi di luglio scorso. Il Memoriale Garibaldi in pochi mesi ha registrato la presenza di oltre 10 mila visitatori. Su di esso però incombe la preoccupazione per il suo futuro. Dal 4 novembre prossimo a gestirlo dovrà essere una fondazione non ancora costituita, anche perché non è ancora chiaro chi dovrà mettere i soldi.

Cittadella sportiva. Buone notizie il sindaco le aveva date per quanto riguarda la cittadella sportiva per la quale era stato approvato il progetto preliminare per il secondo lotto, con la costruzione del Palazzetto dello Sport. Il nuovo stadio, che doveva essere completato per ottobre 2011, dovrebbe essere terminato, disse il sindaco, “entro aprile-maggio 2012”. L’Ilvamaddalena e le altre compagini hanno iniziato i campionati … nel vecchio e glorioso Pietro Secci …

Porto Turistico di Cala Balbiano. Brutte notizie vennero invece per il porto turistico di Cala Balbiano i cui lavori del secondo e terzo lotto, erano stati interrotti per una variante. Probabilmente, aveva detto il sindaco, non sarà utilizzabile per quest’estate 2012. Ed ebbe ragione. A primavera tuttavia erano ripresi i lavori, sospesi a luglio e agosto. Per l’estate 2013 ce la dovrebbero fare ad ultimarlo.

Opera Pia. Per la questione Opera Pia, definita “veramente tribolata”, erano stati aggiudicati i lavori per il completamento interno e si stava lavorando – affermò il sindaco Comiti – per mitigarne le brutture estetiche esterne. “Credo che nel pieno della stagione estiva potremo fare una grande inaugurazione di questo teatro del quale tutti gli arredi interni sono già stati acquistati”. Comiti si riferiva a questa stagione estiva 2012 …

Isole ecologiche a scomparsa. Le Isole Ecologiche a scomparsa, per le quali da un paio d’anni si é parlato di un finanziamento, sono in corso di esecuzione e la loro installazione inizierà entro gennaio (g-e-n-n-a-i-o-) 2012. Così fu detto. Nel lungo frattempo, ai primi di settembre, è invece stata finalmente chiusa la gara del nuovo appalto della Nettezza Urbana.

Scuole di Moneta. Per le Materne ed Elementari di Moneta era stato approvato e finanziato il progetto della palestra e della nuova mensa. I lavori, fu detto a dicembre 2011, “dovrebbero cominciare a breve”… Sono iniziati a fine estate.

Civico Mercato. Persosi chissà dove il precedente progetto (meno male!) è stato approvato il nuovo progetto e c’è un finanziamento di quasi 2 milioni di euro. I tempi? Non vennero prudenzialmente dati.

Polo Formativo. Per quanto riguarda il Polo Formativo che dovrebbe prendere vita nella ex Scuola Americana, la Regione, ha detto il sindaco, probabilmente entrerà nel progetto. Alla fine dell’inverno tuttavia si scoprì che dovevano essere realizzati degli importanti lavori di adeguamento (non ancora iniziati), dei quali non si era mai parlato prima. L’Università di Sassari, riferì ancora il sindaco, ha proposto un progetto che se dovesse essere finanziato dalla Regione potrebbe partire a settembre. Il sindaco si riferiva a questo … che è già trascorso, senza che nulla sia abìvvenuto. 

Scala di Ferro, bitumazione via Turati ed altre vie. Tra le altre cose della quali il sindaco diede informazione c’erano l’edificio di Scala di Ferro che è “quasi ultimato”, per la chiesa della Trinità c’erano circa 50 mila euro a disposizione (sempre lì, inutilizzati), che 35 mila euro sarebbero stati spesi per il risanamento delle discariche abusive (che è stato fatto anche se l’inciviltà di molti ne ha reso in alcuni casi vano l’intervento ), Fu anche annunciato, a fine dicembre 2011, che c’erano a disposizione circa 400 mila euro per la bitumazione di diverse strade cittadine, tra le quali via Turati …      Claudio Ronchi

 

Pubblicato da il 9 Ottobre 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.