,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Punteruolo rosso, il devastatore

(Redazione) – A 11 anni dalla sua comparsa in Europa, e i danni che da subito ha iniziato a provocare, nonostante le contromisure assunte, l’Unione Europea ha recentemente declassato l’allarme, convinta che ormai sia una guerra persa. Stiamo parlando del Rhynchophorus ferrugineus, meglio conosciuto col nome di Punteruolo Rosso.

In Sardegna, a partire dall’Ogliastra è arrivato nel 2007 e si diffuse rapidamente, anche in Gallura, arcipelago di La Maddalena compreso. Numerosissime sono le palme, sia di vie e piazze pubbliche che di giardini e terreni privati, che nell’arco di poco tempo sono state viste prima appassire e poi piuttosto rapidamente seccarsi sotto l’assalto di questo coleottero che nelle palme depone le uova e le sue larve, penetrando nel tronco, ne provocano la morte.

Ormai difficilmente vengono somministrate alle piante quei preparati che in molti casi le hanno salvate sebbene molte altre abbiano dovuto soccombere. Quelle che sopravvivono probabilmente lo stanno facendo anche perché in natura, ad un certo punto, scattano meccanismi di autodifesa, un po’ come sembra stia succedendo a mare per la Pinna Nobilis (gnacchera).

Il rischio è che questo coleottero, divorate le per lui appetibili palme, si rivolga ad altre forme di vegetazione, peraltro dal canto loro già attaccate da altri agenti, vedi ad esempio a Caprera, lecci, corbezzoli e anche pini.

Pubblicato da il 28 Novembre 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.